Cosmoprof 50

Cosmoprof 50

Dal 16 al 20 marzo l'appuntamento mondiale con bellezza e business è a Bologna con Cosmoprof Worldwide.  Intervista al direttore generale di Bologna Fiere Antonio Bruzzone.

Cosmoprof Bologna quest'anno si presenta con una forte valenza storica: festeggia la sua 50a edizione. Ne abbiamo parlato con Antonio Bruzzone, direttore generale di BolognaFiere. Bruzzone ci ha anticipato partnership internazionali e ci ha svelato il futuro volto della struttura fieristica bolognese. Nei prossimi sei anni verrà riqualificata e sviluppata con un investimento da 100 milioni di euro.

Qual è il suo rapporto con il mondo delle fiere?
Considero un privilegio lavorare nel mondo delle fiere: ci si reinventa sempre. Ogni anno, ogni edizione, devi innovare, creare. E ogni giorno ti regala nuovi stimoli. E poi ho la grande fortuna di spaziare in diversi campi merceologici. Ieri discutevo di cosmetica, oggi di motori, più tardi di arte... la giornata diventa caleidoscopica.

Lei peraltro è al centro di un momento molto importante che porterà nei prossimi anni alla riqualificazione della struttura fieristica...
Sì, lo scorso 22 dicembre l'Assemblea dei Soci ha approvato un Piano di Sviluppo con un investimento di 100 milioni di euro in sei anni per ampliare e riqualificare il Quartiere fieristico. È un rinnovamento in tre step. Il primo prevede l'abbattimento e la ricostruzione dei padiglioni 29 e 30: verranno ampliati con una “passeggiata” a quota 6 metri che va a chiudere perfettamente la circuitazione dei nostri biplanari. In questo modo avremo due Quartieri: uno a piano strada, l'altro totalmente connesso fra i diversi padiglioni a quota 6 metri. Ci tengo a sottolineare che è molto importante a livello commerciale perché si potranno organizzare addirittura manifestazioni in contemporanea che si sviluppano su due livelli. Inoltre, andremo a completare il lavoro già iniziato, costruendo tre nuovi padiglioni.

Il secondo step di questo investimento da 100 milioni di euro?
La costruzione di un nuovo padiglione in area 48 con una spiccata polifunzionalità. Potenzieremo anche l'ingresso Nord: verrà ampliata la larghezza del tunnel, ma prima verrà realizzata una reception che accoglierà il visitatore e lo condurrà al Quartiere fieristico attraverso una zona coperta. Infine, il terzo step sarà dedicato alla riqualificazione di Piazza Costituzione con un unico ingresso per Palazzo Congressi, Fiera. Raggiungeremo con questo Piano di Sviluppo i 140 mila mq netti espositivi.

Cosmoprof a parte, quali sono le punte di diamante di BolognaFiere?
La Fiera di Bologna ha nel suo calendario tutte manifestazioni leader in Italia, spesso leader in Europa e nel mondo. Siamo riferimento in molti settori con Cersaie, Sana, Saie, Cosmofarma, Eima International, Autopromotec, Zoomark International, Fiera del Libro per Ragazzi... E sono solo alcuni esempi. Un calendario unico, a livello italiano, del quale andiamo orgogliosi. Un patrimonio che ci hanno lasciato le generazioni che ci hanno preceduto e che noi dobbiamo difendere e potenziare.

Parliamo di Cosmoprof. Che cosa attende i visitatori per questa edizione 2017?
Ricordiamo che si tratta della 50a edizione: un appuntamento imperdibile che ci motiva a dare il massimo. Abbiamo rinnovato il contratto con Cosmetica Italia per altri cinque anni e in questa rinnovata partnership presenteremo a Bologna, all’interno di Cosmoprof,  a “Perfume Factory” che mostrerà come nasce un profumo.

Proprio nella primavera del 1970 nasceva la prima Giornata nazionale del profumiere. Con la “Perfume Factory” avete riattivato quel legame...
Direi di sì. Si tratta di una filiera di eccellenza che unisce aziende leader del settore, con alcune di loro creeremo10 mila profumi esclusivi che celebrano appunto Cosmoprof 50. Questa sarà l’edizione della rinnovata attenzione al mondo della profumeria, lanciamo Cosmoprime, un’area dedicata al mondo retail con apertura già dal giovedì, come Cosmopack, per offrire possibilità di interazione tra i visitatori e i buyer interessati al prodotto finito con quelli interessati alle materie prime, ai macchinari e al packaging.
All'interno di Cosmoprime i buyer potranno programmare i loro incontri in una speciale lounge dedicata.

Notizie in anteprima per il settore acconciatura?
Quest'anno il contenitore On Hair sarà arricchito da Master Parade - la prima tappa è stata a Milano lo scorso ottobre - dove i più famosi hairstylist internazionali interpreteranno i momenti clou della moda degli ultimi cinquant'anni. È un progetto che abbiamo sviluppato insieme a Estetica e che offrirà una pedana unica, difficilmente ripetibile. È a ingresso gratuito: un regalo che Cosmoprof fa ai suoi visitatori. Ritorna poi Hair Ring con Camera Italiana dell'Acconciatura e presenteremo anche un'iniziativa dedicata al barber shop.

Cosmoprof sta sviluppando rapporti di partnership anche con altri eventi o fiere nel mondo?
Proprio in concomitanza con i suoi primi 50 anni abbiamo deciso di aumentare la nostra presenza all'estero. In Iran abbiamo rafforzato la collaborazione con l’ente fieristico di Teheran strutturando una partnership commerciale e rappresentando a livello worldwide la fiera Iran Beauty & Clean; stiamo chiudendo un accordo simile in Colombia, a  Bogotà. Negli Stati Uniti siamo impegnati, con il nostro partner storico, per il lancio di alcuni appuntamenti, veri e propri “trunk show” dove marchi emergenti avranno la possibilità di mostrarsi e farsi conoscere dal mercato, una formula agile  per far avvicinare i brand indipendenti al mondo fieristico-espositivo . Stiamo lavorando con UMB in Asia per lanciare un appuntamento in India nel 2019. E l'Europa è un mercato al quale guardiamo sempre con particolare interesse.

Twitter - #cosmoprof

Club Interamnia

#Esthetiworld by #Cosmoprof Congresso Italiano di estetica applicata. Tre giornate dedicate al grande... fb.me/90hjXKryO

Read more

Whitney

Read more