5 divani iconici perfetti per un negozio da parrucchiere | estetica.it
Estetica.it

5 divani iconici perfetti per un negozio da parrucchiere

Il divano è sinonimo di comodità e relax. Re del living domestico, in realtà è un arredo che si presta benissimo anche per la zona attesa di un negozio da parrucchiere. Ecco i 5 intramontabili.


Lo stile di un parrucchiere si percepisce anche dal modo in cui sceglie di arredare il proprio negozio. Optare per il mix and match fra arredi tecnici e arredi extra settore è una soluzione sicuramente più difficile da realizzare ma anche più originale, che offre occasioni di espressione della creatività e della personalità del titolare.

In particolare, la zona attesa, dove il cliente viene accolto e aspetta il proprio turno, può considerarsi uno spazio biglietto da visita, che fin dal primo ingresso comunica ai visitatori lo stile del salone. In quest’area tutto deve prestare attenzione al benessere del cliente: dalle luci, agli arredi, fino alle scelte cromatiche, ogni dettaglio deve dare il benvenuto e far sentire il cliente a proprio agio. In questo ambiente le sedute ricoprono un ruolo importante, sia dal punto di vista funzionale, sia dal punto di vista dell’immagine. Estetica ha selezionato 5 divani iconici, firmati da grandi nomi del design, ognuno portavoce di uno stile differente.

Studio 65, Bocca, Gufram, 1970
Famoso quanto un quadro di Andy Warhol o un’immagine di Marilyn Monroe, il divano Bocca condivide con questi due miti lo stesso fascino pop intramontabile. Realizzato negli anni Settanza in poliuretano rivestito in tessuto – tecnica allora innovativa – ha conquistato il cuore di più generazioni per le sue forme ironiche e divertenti, pur salvaguardando comodità e funzionalità. Perfetto per un salone dallo stile pop raffinato.

Philippe Stark, Bubble Club, Kartell, 2000
Il divano della nonna realizzato in un unico pezzo in polietilene colorato. In questo sta la forza del divano disegnato da Starck e prodotto da Kartell, pluripremiato e altrettanto apprezzato dal pubblico. Un arredo pensato per l’esterno con le fattezze di un oggetto antico e artigianale. Ideale per un negozio da parrucchiere con uno spazio esterno, in realtà si presta bene anche per un interno dallo stile informale e giocoso, in cui il colore la fa da padrone.

Ron Arad, Victoria & Albert, Moroso, 2000
Ron Arad è l’archistar che ha disegnato questo divano realizzato in un unico pezzo di acciaio rivestito in poliuretano espanso schiumato a freddo e rivestito in tessuto cucito su misura. Una rivoluzione formale nelle linee del divano classico, scenografico ma altrettanto comodo e funzionale, questo pezzo ben si presta in ambienti contemporanei ed eleganti. Il nome è un omaggio al famoso museo omonimo di Londra.

Marcel Wanders, Furrow, Natuzzi, 2018
Cuoio e cuciture a contrasto per questo pezzo disegnato da Marcel Wanders, imbottito in poliuretano. Linee semplici e accoglienti interpretano uno stile folk con eleganza. Perfetto per un ambiente più soffuso e più maschile, come per esempio un barber shop di ispirazione contemporanea.

Renzo Frau, Chester, Poltrona Frau, 1912
Chiudiamo questa carrellata con un pezzo storico, il famoso divano Chester, ormai sinonimo di eleganza classica, sofisticata e vintage. Lavorazione capitonné e riferimenti vecchia Inghilterra fanno di questo pezzo un divano evergreen, ideale per ambienti maschili come le barberie, ma adatto anche a saloni di gusto brit o, per contrasto, abbinato ad arredi moderni e contemporanei.

Tags: arredamento parrucchieri arredamento salone design

Pubblicato il 18.09.2019

Scelti per te

Tecnologia nel negozio da parrucchiere: sogno o realtà?

Dall’intelligenza artificiale alle app su mobile, sempre più attività quotidiane stanno scoprendo il loro lato high-tech nei settori più diversi. E la tecnologia nel negozio da parrucchiere è già arrivata?

6 design trend per il 2020 utili anche in un negozio da parrucchiere

Il design per l’abitare vedrà nel 2020 trend che in realtà possono essere declinati anche su un negozio da parrucchiere. Vediamo quali e vediamo come.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: