8 hairstyle visti sulle passerelle da replicare in salone | estetica.it
Estetica.it

8 hairstyle visti sulle passerelle da replicare in salone

Le passerelle di moda internazionali sono oggi, insieme ai social media, una delle principali fonti di ispirazione nella creazione di tendenze. Quindi, quando “parlano”, ci tocca prendere nota.


di Bel M. Dolla, Barcellona

Di tutte le proposte viste sui catwalk delle principali Fashion Week internazionali della prossima stagione Primavera-Estate 2019, ne abbiamo selezionate 8, che a nostro parere avranno successo sia nelle fashion street sia in salone.

1. Lo chignon alto da Fendi

Senza dubbio, uno degli hair style più ambiti in questa stagione e che continuerà ad essere en-vogue anche nella prossima. Il classico chignon da ballerina si fa più alto che mai, con un risultato strutturato e pulito. La chiave di lettura più attuale è lasciare alcune ciocche sciolte e morbidamente ondulate nella parte frontale, per conferire un’allure ancora più naturale e chic. Comodo, pratico e molto versatile, Jennifer López e Cristina Pedroche l’hanno già fatto proprio… 

 

2. Il nuovo ‘wet’ da Balmain

Il cosiddetto “effetto bagnato” si fa più sofisticato e leggermente mascolino. In che modo? Impomatando e schiacciando i laterali sul viso e creando volume sull’apice. Se alle vostre clienti piace giocare coi look androgini, sia negli outfit sia nel make-up, allora le farete risplendere felici nelle loro serate più speciali. 

 

3. Lo stile boho da Christian Siriano

Una proposta giovane, originale e divertente. Le trecce francesi (o olandesi) che partono dalle radici e che si abbinano a lunghezze morbide al naturale, senza artifici. Il risultato è pratico e grintoso e si adatta facilmente a stili e occasioni diverse.

 

4. Il semi-raccolto da Drome

Lo chignon alto si reinventa in versione semi-raccolta. Da Drome, si è declinato in stile tipo samurai, con un finishing lucido e pulito. Una soluzione ideale per quelle donne che non hanno i capelli sufficientemente lunghi per realizzare un raccolto completo. In più, ha un sorprendente effetto ringiovanente/lifting.    

 

5. La treccia colorata da Lanyu

Non ci sono vie di mezzo… I raccolti sono molto alti oppure molto bassi. Nel secondo caso, ci incanta la treccia bassa XXL vista da Lanyu, meglio ancora se impreziosita da fili colorati tipo nappe, per ottenere un effetto decisamente più originale e audace. Se i capelli non sono sufficientemente lunghi, si può giocare con la lunghezza delle nappe e ottenere ugualmente un effetto WOW. Per rendere l’acconciatura più portabile nelle occasioni informali si possono anche utilizzare foulard – tornati prepotentemente di moda - o nastri colorati.  

 

6. Le onde grunge da Nicole Miller

Chiome libere e aeree, come se ogni singola ciocca potesse librarsi libera. I volumi, naturali e volutamente imperfetti, si adattano ai movimenti del corpo mentre si cammina. Un’acconciatura semplice e pratica, ma che rivela una personalità decisa. Per enfatizzarla e donare ai capelli ancora più morbidezza, meglio preferire prodotti di styling dall’effetto mat.

 

7. Il codino basso e pulito da Self Portrait

Un’altra opzione per le amanti dei raccolti bassi, è questa coda bassa super minimal e con riga laterale. Il finishing lucido le dona una dose extra di raffinatezza. Opportunamente abbinato a diversi accessori e make-up, questo hairstyle si adatta perfettamente a qualsiasi situazione. Un suggerimento: così come per la treccia vista da Lanyu, più lunghi sono i capelli, più spettacolare sarà il risultato.

 

8. La doppia texture da Tory Burch

Ecco la soluzione perfetta per quelle donne che sono attratte dal wet look, ma che non osano sfoggiarlo su tutta la chioma. Sulle medie lunghezze e le punte si mantiene la texture naturale del capello dall’aspetto morbido e cotonato. La parte sommitale, invece, si inumidisce e si pettina leggermente di lato, lasciando scoperti i “baby hairs”, che non sono altro che quei capelli corti che nascono sul perimetro della fronte. Il risultato è favoloso. 

 

Immagini: Imaxtree.com

Tags: capelli sfilata 2018 tendenza capelli acconciature 2018-2019

Pubblicato il 15.11.2018

Scelti per te

Gli hairlook Toni&Guy per la Milano Fashion Week

Code messy e chignon bassi per completare gli abiti della collezione SS19 di Arthur Arbesser e Philipp Plein.

Toni Pellegrino a Londra per la sfilata dell’Istituto Marangoni

Forme scolpite, morbidezze effetto wet e ricci enfatizzati dal sapore anni ’80: l’hairstylist siciliano, insieme all’ArTeam, ha realizzato hairstyle urban-glam che hanno completato gli abiti dei giovani designer.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: