Alfaparf Milano per Dynamo Camp | estetica.it
Estetica.it

Alfaparf Milano per Dynamo Camp

Alfaparf Milano per Dynamo Camp

Oltre 500 saloni aderenti e iniziative speciali per i clienti. Il nuovo progetto permetterà a 5 bambini e alle rispettive famiglie di vivere una vacanza a Dynamo Camp.


Con il progetto Alfaparf Milano per Dynamo Camp, il brand italiano rinnova per il secondo anno consecutivo la collaborazione con la Onlus benefica che sostiene i bambini affetti da patologie gravi o croniche.

In questo modo darà la possibilità a cinque bambini e alle rispettive famiglie di trascorrere una vacanza a Dynamo Camp e partecipare a tutte le attività concepite secondo il Metodo Dynamo di Terapia Ricreativa.

Da febbraio 2020, oltre 500 saloni su tutto il territorio nazionale diventeranno “socialmente attivi” aderendo all’iniziativa e dandole massima visibilità. Saranno allestiti con materiali promozionali pensati per l’occasione e le consumatrici potranno avere i loro acquisti confezionati in shopper speciali decorate con il logo dell’iniziativa: un disegno che simbolicamente rappresenta 5 bambini protagonisti del progetto.

Le iniziative in salone

  • Shopper personalizzata
  • Nel mese di maggio, a fronte di un servizio colore nei saloni aderenti, le clienti riceveranno in omaggio un prodotto care della linea Semi di Lino per il mantenimento del colore con surchemise Alfaparf Milano per Dynamo Camp personalizzato con il disegno di uno dei 5 bambini ritratti per la campagna.
  • Ad ottobre, effettuando una piega, le clienti Alfaparf Milano avranno la possibilità di ricevere un prodotto styling della linea Style Stories con surchemise.

Tags: dynamo camp alfaparf milano

Pubblicato il 14.02.2020

Scelti per te

Settore cosmetico: come si sta muovendo

Il fatturato del settore cosmetico raggiunge gli 11,9 miliardi. In crescita anche la spesa degli italiani. L’acconciatura professionale segnala un +2% rispetto al 2018.

Diamanti d’Oro® di Uala: i vincitori

Dal Nord al Sud Italia, molte delle eccellenze che emergono in questa quarta edizione del premio sono unite da un fil rouge: l’esperienza eccezionale.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: