Arredare il salone di acconciatura con la luce: le ultime novità | estetica.it
Estetica.it

Arredare il salone di acconciatura con la luce: le ultime novità

Photo by salone del mobile milano

Il lighting design sta registrando una forte accelerazione in termini di innovazione. Estetica ne parla con Bianca Tresoldi per capire quali possono essere utilizzate in un negozio da parrucchiere.


di Daniela Giambrone

La luce è un elemento che riveste grande importanza nell’arredo di uno spazio. Ancora di più se si parla di saloni di acconciatura, dove l’illuminazione non svolge solo una funzione estetica e di atmosfera, ma anche professionale. Per questo capire quali sono le evoluzioni attuali del settore illuminazione può essere interessante per adottare le soluzioni migliori e più efficaci. “Quest’anno la biennale del Salone del Mobile dedicata alla luce ha messo in evidenza l’illuminazione smart e sostenibile, tra geometria e forme naturali, dematerializzazione e superfici soft touch; le luci diventano interattive e puntano al benessere”. Così riassume le ultime tendenze Bianca Tresoldi, lighting designer, consigliere APIL e socio AIDI.  “Gli sviluppi tecnologici, nel mondo dell’illuminazione, hanno fatto passi enormi nell’ultimo decennio, basta vedere le novità per capire che le nuove applicazioni hanno permesso di sviluppare prodotti prima impossibili da realizzare; quello che riesce a comunicare oggi una lampada solo cinque anni fa era inimmaginabile”.

Quali sono le funzioni che possono svolgere gli impianti di illuminazione oggi?

L’avvento dei LED e OLED, la miniaturizzazione della sorgente luminosa, la building automation, la tecnologia senza fili e la possibilità di creare prodotti personalizzati hanno cambiato radicalmente l’aspetto delle nuove lampade, sempre più compatte, filiformi e flessibili anche nell’uso. È grazie alle aziende italiane che si avvalgono di una conoscenza sui materiali davvero unica, di un know-how tecnologico all’avanguardia, flessibili nella produzione e che accettano la sfida della creatività dei designer che sul mercato troviamo lampade incredibili, elastiche, magnetiche intelligenti, interconnesse, fonoassorbenti e soprattutto inedite negli sviluppi formali. Il trend di questa edizione Euroluce 2019 è il riferimento al mondo naturale, ma segna anche una grande ri-scoperta nel mondo del design passato. Gli apparecchi illuminanti sono formalmente minimali, puntano su forme essenziali e geometriche, su superfici che diventano sempre più trasparenti, delicate, su superfici che giocano con i riflessi dei materiali preziosi. Parallelamente con le nuove applicazioni delle sorgenti LED si raggiunge una notevole resa luminosa. Le nuove lampade diventano dei sistemi luminosi complessi in grado di modificare la luce in funzione degli stati d’animo e delle necessità biologiche del ritmo circadiano. È ormai facile modificare la luce con un colore più o meno caldo, più o meno intensa, con scenari luminosi personalizzati e modificabili nel tempo, integrare luce artificiale con quella naturale per garantire comfort e risparmio energetico negli spazi abitativi. La “lampada delle meraviglie” grazie all’Internet of Things da semplice oggetto è diventata la compagna della nostra vita domestica a cui non possiamo più rinunciare.

In un salone di acconciatura potrebbero essere molto utili le versioni fonoassorbenti per esempio, come funzionano e che tipo di soluzioni ci sono?

L’illuminazione in un salone di acconciatura è essenziale e coniugare l’illuminazione con la funzione di assorbimento sonoro è una soluzione che può fare la differenza. Le soluzioni che combinano luce e fonoassorbenza quest’anno sono molte: sospensioni in tessuto, con lamierino microforato in grado di assorbire il rumore. Queste le proposte di alcune aziende molto belle e interessanti che si adattano sia alle aree più contenute sia ai grandi open space, garantendo il senso di benessere derivante dal comfort acustico. Gli apparecchi illuminanti fonoassorbenti sono lampade rivestite di pannelli in grado di assorbire il suono, eliminando i fastidiosi rumori o riverberi della voce che nei negozi da parrucchiere possono creare disturbo.

Potrebbe suggerire altre soluzioni polivalenti adatte all'attività di un parrucchiere?

Ogni soluzione illuminotecnica deve rispondere a una specifica funzione di una precisa area all’interno di un salone di acconciatura. Nelle aree di relax suggerisco l’impiego di soluzioni tuneble white, non si può dire che sia una soluzione polivalente ma una tecnologia applicata all’interno di un sistema di illuminazione, adatta a questa attività per il comfort del cliente. Questa tecnologia prende spunto dalla modalità in cui la luce naturale cambia colore nel corso del giorno, la natura ci mostra come minime sfumature di luce possono condizionare lo stato d’animo delle persone e modificare l’effetto delle cose. Grazie alla regolazione variabile della temperatura di colore della luce, dalla tonalità calda a quella fredda, la luce artificiale può diventare un sostegno al benessere del cliente. L’oggetto lampada oggi assolve anche ad altre funzioni, prodotti come lampada-tavolo o lampada-libreria diventano oggetti di arredo che possono trovare il giusto spazio all’interno di un salone di acconciatura.

A livello di installazione e manutenzione cosa è necessario prevedere?

È necessario prevedere un bravo impiantista elettrico aggiornato sulle nuove innovazioni tecnologiche perché il nostro modo di vivere gli spazi oggi ha subito un cambiamento sostanziale, non è più possibile valersi di schemi tradizionali per l’impianto elettrico, l’era digitale ha aperto numerose opportunità a cui non possiamo più rinunciare. Dal nostro smartphone, tablet o computer abbiamo ormai la necessità di gestire e controllare il nostro quotidiano come spegnere e accendere le luci, regolarne l’intensità luminosa, il colore, gestire la luce naturale all’interno degli spazi, regolare la temperatura dell’ambiente, controllare la qualità dell’aria, gestire le schermature solari, la musica e supervisionare tutti gli impianti, stanza per stanza gestendo i consumi in modo da capire se ci sono sprechi di energia o guasti sul sistema di regolazione. Parlando dei LED, la manutenzione che richiedono è notevolmente ridotta rispetto a quella delle lampade passate (alogena e fluorescenza), questo si traduce in un notevole risparmio e abbattimento dei costi di gestione e di manutenzione. Se il costo iniziale di impianto è un po’ più oneroso rispetto alle sorgenti alogene, i benefici tecnici ne giustificano ampliamente la spesa.

Quali evoluzioni in questo settore si possono già immaginare?

L’evoluzione in questo settore sono le lampade sempre più performanti e affidabili, soprattutto le sorgenti LED che hanno finalmente una resa cromatica elevata, fattore da valutare nell’illuminare un salone di acconciatura, dove la questione di fedeltà del colore sui capelli di un cliente che si sottopone a un trattamento è essenziale.

Un’altra sfida che stanno esaminando alcune aziende del settore illuminotecnico è come spostare i punti luce esistenti in un ambiente senza dover ricorrere a opere murarie: un nuovo binario elettrificato con ingombro minimo, un nastro adesivo che applicato a qualsiasi superficie porta la linea elettrica nel punto desiderato. Quando si affitta uno spazio per l’attività commerciale non sempre si ha budget per intervenire in una ristrutturazione importante e sapere che sul mercato ci sono prodotti in grado di spostare i punti luce facilmente e con un costo contenuto è utile.

Photo by Salone del Mobile Milano

Tags: arredamento salone light design salone del mobile di milano euroluce 2019

Pubblicato il 29.05.2019

Arredare con la luce

Scelti per te

Tre colori basic per tre negozi da parrucchiere

Usare il colore è una buona strategia per arredare un negozio da parrucchiere. Tre esempi attuali di saloni di acconciatura dimostrano quanto questa si confermi una soluzione di tendenza anche scegliendo colori basic come il bianco o il nero.

Come utilizzare il marketing sensoriale in un negozio da parrucchiere

Progettare e comunicare uno spazio tenendo i 5 sensi al centro dell’attenzione. È l’obiettivo del marketing sensoriale, strumento che anche nel design dei saloni di acconciatura può offrire nuove opportunità di business.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: