Arredo Neobarocco: sontuosità in salone | estetica.it
Estetica.it

Arredo Neobarocco: sontuosità in salone

Ricercato e ricco di dettagli, è sicuramente di forte impatto. Lo stile Neobarocco crea atmosfere da favola per un negozio da parrucchiere medio grande, trasformandolo in un luogo dove è facile sentirsi speciali.


Volumi arrotondati, una forte vocazione all'ornamento, uso disinvolto di oro e tonalità eleganti. Ecco a voi il Neobarocco signori, uno degli stili di arredo intramontabili perché sa rinnovarsi a ogni stagione e latitudine. Il richiamo ai codici estetici del Seicento diventa una suggestione che pesca dall'immaginario collettivo e lascia poi alla contemporaneità la libertà di interpretarli in modo innovativo. In salone la resa di questo stile è notevole su medie e grandi metrature, l'effetto che restituisce è opulento, affiancato a volte anche da una nota bizzarra ed eccentrica. Cinque esempi  raccolti da Estetica raccontano un'ispirazione internazionale.

1. BAROQUE HAIR RIPON

Nella cittadina di Ripon, nel North Yorkshire inglese,  Tom O’Brien e Terry Sowerby nel 2014 hanno aperto il loro secondo salone presto diventato un punto di riferimento in città. Uno spazio di 600 mq dove un'estetica sontuosa si unisce a dettagli contemporanei e tecnologici: pavimento in legno di quercia, illuminazione a led, finiture contemporanee si alternano a sedute in pelle, sedie che ricordano il Rococò, specchi ampi e fittamente decorati.

BAROQUE HAIR RIPON

2. MAX ENIO HAIRSTYLE

Massimo Cosentino ed Ennio Terlizzi nel loro salone di Roma creano un'oasi di lusso e benessere. Un'ode ai colori saturi e sanguigni, agli ornamenti ricchi, alle superfici lucide e a quell'atmosfera d'antan che ci riporta un po' ai tempi della Belle Epoque. Anche gli arredi tecnici perdono la loro solita austerità per diventare complementi d'arredo unici e originali: specchiere e cassettiere in legno fatte su misura, lavaggi circondati da espositori in legno e vetro che ricordano più gli scaffali di un negozio vintage.

MAX ENIO HAIRSTYLE

3. JOSÉ EBER LA LOGE DUBAI

Un tocco di Beverly Hills a Dubai. José Eber è uno dei top hairstylist statunitensi di origine francese. E i suoi saloni, sparsi per il mondo, lo dimostrano. Uno stile neobarocco super glam che ama stupire per ricchezza di dettagli, materiali, concept. Tutto luccica nel suo spazio di Dubai: oro fra i colori dominanti, superfici lucide e riflettenti per i pavimenti come per gli arredi, illuminazione protagonista con lampadari dai molteplici pendenti. 

JOSÉ EBER LA LOGE DUBAI

4. WILLY'S ART – PARRUCCHIERI

Scelta dal carattere forte per il salone di Paolo Willy Cornacchia a Genova. La sua interpretazione dello stile neobarocco vede rosso e oro come caratteristiche principali del suo spazio. Pareti broccate e sedute rosso cardinale si abbinano a specchiere dorate e pavimento di ispirazione contemporanea. A rendere originale il mix si aggiungono dettagli che rimandano a uno stile coloniale / etnico, come il divano nella zona attesa. Contaminazioni virtuose.

WILLY’S ART – PARRUCCHIERI

5. LOIC MASUREL

Il classico che conforta. Loic Masurel firma uno spazio a Lille, in Francia, che conferma un gusto tutto francese abbinato a un riferimento barocco garbato e leggero. Colori tenui come bianco, crema e oro ben si sposano con il legno del parquet e di alcuni dettagli nei complementi. Candele, pelli, tappeti e tendaggi aumentano la sensazione di confort e accoglienza. Un neobarocco davvero rassicurante, lontano da guizzi eccentrici e bizzarri.

LOIC MASUREL

Tags: barocco design salone salone parrucchiere

Pubblicato il 19.12.2018

Scelti per te

Tecnologia nel negozio da parrucchiere: sogno o realtà?

Dall’intelligenza artificiale alle app su mobile, sempre più attività quotidiane stanno scoprendo il loro lato high-tech nei settori più diversi. E la tecnologia nel negozio da parrucchiere è già arrivata?

6 design trend per il 2020 utili anche in un negozio da parrucchiere

Il design per l’abitare vedrà nel 2020 trend che in realtà possono essere declinati anche su un negozio da parrucchiere. Vediamo quali e vediamo come.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: