Estetica.it

Bambini dal parrucchiere. Il nuovo format è Kids Zone

Bambini dal parrucchiere. Il nuovo format è Kids Zone

Tagli di capelli, ma anche intrattenimento e svaghi, per bambini da 0 a 13 anni. Un modo diverso per andare dal parrucchiere. Abbiamo intervistato l'ideatore del progetto, Michele d’Angelo.


Kids Zone è il nuovo progetto - il primo in Italia - ideato dal parrucchiere Michele d’Angelo, che guarda alle generazioni future e offre servizi diversificati per ampliare l’offerta - e il fatturato - del salone. Non solo tagli di capelli, ma anche giochi e divertimento per bambini da 0 a 13 anni. Un modo nuovo di affrontare l'accoglienza e il servizio ai bambini dal parrucchiere.

Con le forbici in mano, fin da quando era bambino, Michele ha imparato presto l’arte dei capelli. Ha collaborato con Miss Italia e da anni gestisce il suo salone in Calabria, a Vibo Valentia.

Familiarizzare, fidelizzare e ottimizzare: questi i punti cardini su cui si basa Kids Zone Parrucchiere Bambini 0-13 anni. Un format, anzi diversi format, che presto si moltiplicheranno grazie a un accordo con uno dei brand più prestigiosi del settore coiffure.

Ecco cosa ci ha raccontato Michele d’Angelo sul suo nuovo progetto.

Come è nato il progetto?

Circa quattro anni fa. Da un’analisi del mio salone, emerse che l’età media della frequentazione aumentava sempre più, creando un vuoto generazionale. Iniziai a pensare a qualcosa che potesse colmare questo gap. Ed è proprio in questo periodo che iniziai a ragionare sul mondo dei bambini. In un primo momento il pensiero fu quello di creare, per un anno, un laboratorio mirato allo studio e alla conoscenza di questo target di mercato, considerato come un “problema” dalla maggioranza dei parrucchieri. Invece questo laboratorio si è prolungato tre anni e mi ha fatto conoscere un mercato ben più interessante . È nato cosi il sistema Kids Zone, che non è solo un semplice salone per bambini ma un contenitore di vantaggi per parrucchieri.

Kids Zone è uno spazio pensato per accogliere i bambini, attraverso il gioco ma anche attraverso un ambiente creato appositamente per loro.
Per meglio spiegare la caratteristica di Kids Zone bisogna partire dai colori, che non sono scelti casualmente ma sono quelli che la famosa educatrice, pedagogista e filosofa Maria Montessori ha voluto utilizzare nella scuola per favorire un ambiente privo di stress e poco noioso per i bambini, al fine di renderlo più vivo e sereno. Nella fattispecie sono colori pastello, colori naturali, armoniosi e gioiosi, che danno un senso di tranquillità. Infine, i giochi sono specifici per ciascuna fascia di età.

Tutto è pensato per familiarizzare con il bambino prima di procedere con il taglio di capelli. Perché è importante la familiarizzazione?
È uno dei passaggi fondamentali del sistema Kids Zone, indispensabile per entrare in sintonia con il bambino, creando quei feedback positivi che porteranno alla sua fidelizzazione. Essi andranno a creare un turnover generazionale, con il passaggio dalla parte kids al salone per adulti e questo passaggio sarà vissuto in maniera naturale in quanto avviene in un luogo a lui familiare e con personale ormai “amico”.

Quali sono i giochi prediletti dai bambini e quelli preferiti dai ragazzi?
Ci sono più fasce d’età che bisogna tenere in considerazione:

  1. Bambini da 0-6 anni: amano giochi come pianola, suona e impara, pad educativo parlante, tablet, alfabetiere, super scuola dei bambini, scivolo, tappeto elastico, castello, etc.
  2. Bambini da 6-9 anni: tablet, bigliardino, hockey, playstation, x-box etc.
  3. Bambini da 9-13 anni: playstation, x-box, tablet, tappeto elastico, bigliardino, hockey etc.

Questo è anche un modo per la mamma o per il papà di ritagliarsi del tempo… come influisce il “fattore tempo”?
Il fattore tempo è uno dei cardini del sistema Kids Zone. Viviamo in una società frenetica, poter offrire pertanto un servizio che consente di soddisfare in modo tranquillo e gioioso sia le esigenze dei genitori sia quelle del bambino rende il salone vincente.

Cos’è la carta fidelity e quali sono i plus?
La fidelity card è uno degli strumenti a disposizione dei clienti che si affidano al salone. Consente di ottenere servizi riservati e promozioni dedicate. Ciò rende ancora più forte il concetto di offerta non solo verso la donna o l’uomo ma verso tutta la famiglia, ampliando così la clientela del salone.

In termini di fatturato, cosa comporta l’aggiunta di un servizio dedicato ai bambini?
Avere un salone che offre un servizio in più segna ovviamente, già di per sé, un aumento di fatturato. In aggiunta, questo servizio offre delle interazioni positive con il salone principale (ad es: il bambino deve essere accompagnato da un adulto, quindi un possibile cliente) che, insieme ad azioni specifiche previste dal sistema Kids Zone, e facilitate da alcuni fondamentali fattori positivi tipo “il tempo”, faranno aumentare il fatturato di tutto il salone .

E in termini di fidelizzazione?
La fidelizzazione è una conseguenza quasi fisiologica legata ai servizi, alle opportunità e al risparmio che un salone ottiene con il sistema Kids Zone. Se, infatti, il bambino esce sereno e soddisfatto dal salone, la fidelizzazione sarà assicurata: sarà il cliente del futuro. Ma la fidelizzazione riguarda anche gli adulti accompagnatori che sono indotti a fruire anch’essi dei servizi del salone tradizionale.

Come si può aderire a questo progetto?
Basterà rivolgersi a una delle aziende più prestigiose del nostro settore e della quale sveleremo il nome a breve, non appena avremo ufficializzato l’accordo, ormai imminente.

Quali sono i differenti format che si possono adottare? E quale è consigliabile scegliere se si vuole ampliare l'offerta?
L’offerta Kids Zone è formata da 7 format diversi che dipendono dagli spazi di cui il salone può disporre. Il format che io preferisco è “l’area interattiva” che, per la sua particolare conformazione, consente di ottimizzare gli spazi ed è caratterizzata da un aspetto davvero piacevole e intrigante.
Comunque, tutti i format consentono di avere un salone che si differenzia dagli altri in quanto offre dei servizi che in questo momento il mercato non dà. Kids zone è il primo.

Tags: kids zone hairlook

Pubblicato il 31.05.2017

Bambini dal parrucchiere. Il nuovo format è Kids Zone

Scelti per te

Capelli mossi: un tesoro da curare in 10 step

Tutto sta nell'approccio. I capelli mossi non sono una sfortuna, au contraire. In questi ultimi anni hanno dimostrato una versatilità che li ha resi protagonisti. Un motivo in più per prendersene cura, bastano 10 mosse.

Joshua Coombes, il parrucchiere inglese che regala nuovi look ai clochard

Il 30enne gira per il mondo regalando un sorriso a chi vive ai margini della società. Con la campagna #dosomethingfornothing invita tutti a fare altrettanto.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: