Estetica.it

Capelli anni 70, volumi maxi e coroncine di fiori

Discoteche e luci al neon, ma anche hippy e glam rock. Acconciature creative hanno caratterizzato i look degli Anni Settanta.


La parola d’ordine dei capelli anni '70 è il volume! Le chiome corpose tipiche delle acconciature Anni Sessanta diventano ancora più maxi. Via libera a scalature, lunghezze over e styling che prediligono il riccio.

Sono gli anni di Donna Summer, dei Rolling Stones, di Ali MacGraw e di Jane Fonda, ma soprattutto dell’icona di stile e sex symbol Farrah Fawcett.

Capelli anni 70, volumi maxi e coroncine di fiori

E per quanto riguarda il colore? È il biondo platino il protagonista perché negli anni settanta si assiste alla “democratizzazione” delle colorazioni che rende il colore, e il tanto desiderato biondo, accessibile a tutte. Iconico il biondo di Sylvie Vertan, ma anche quello di Brigitte Bardot.

Flicks and Wings

I capelli anni 70 più iconici sono quelli di Farrah Fawcett, diventata celebre grazie al ruolo di Jill Munroe nella serie tv Charlie’s Angels. Volume XXL, riga al centro, onde morbide e punte lisce pettinate verso l’esterno. La spazzola tonda era utilizzata per dare alle lunghezze e alla frangia quell’aspetto bombato.

Look Afro

Gonfi, voluminosi, crespi oppure più definiti ma sempre extra-size: super cotonate le chiome di Diana Ross e Donna Summer, che hanno decretato la moda del look afro. Da abbinare a pantaloni zampa, camicette in seta e bijoux stravaganti.

Lo Shag

Inventato dal parrucchiere inglese Paul McGregor per il film Klute del '71 con protagonisti Jane Fonda e Donald Sutherland (reso poi popolare anche da Mick Jagger, Chrissie Hynde e Patti Smith), lo Shag è un’altra grande icona dei capelli anni 70, considerato il primo taglio unisex. Caratterizzato da lunghezze molto scalate, da una frangia piena e da un finish “arruffato”. Fra le prime a sfoggiarlo in tempi odierni, la modella Alexa Chung.

Figlia dei Fiori

Lunghezze over e ultra-lisce per Francoise Hardy, Ali MacGraw (il suo look in Love Story è diventato icona di stile per milioni di donne) e Jane Birkin. Per impreziosire l’hairlook, foulard, bandane e corone di fiori. Oggi questo tipo di acconciatura è in pieno Cocahella mood. Per quanto riguarda lo stile di vita bohémien molto in voga anche le trecce (super richieste quelle a mò di coroncina), lunghissime e dall’effetto volutamente spettinato, o come si chiamerebbe oggi “messy”.

The Wedge

Pioniere dei tagli geometrici è Trevor Sorbie, che nel 1974 creò per Vidal Sassoon The Wedge: un taglio a una lunghezza, molto corto intorno all’attaccatura, ma lungo all’interno, pettinato all’indietro. The Wedge, una vera e propria scultura più che un taglio, catturò lo spirito del tempo e fu sfoggiato nei night club di tutto il mondo.

La gallery racchiude molteplici ispirazioni di capelli Anni 70, dai look che hanno fatto la storia della modacapelli alle reinterpretazioni moderne.

Tags: capelli anni 70 trend capelli

Pubblicato il 15.08.2017

Capelli anni 70, volumi maxi e coroncine di fiori

Scelti per te

Tendenza capelli inverno 2018: capelli biondi corti

Qualche mese fa le sfilate delle maison di moda sono state chiarissime: tra le tendenze inverno 2018, i capelli biondi corti sono la scelta più cool.

Un grande classico: il caschetto anni ‘20

Non un bob qualsiasi, non un carré come tutti gli altri: il caschetto anni ’20 è il capostipite dei bob. E quasi un secolo dopo il suo clamore, la sua fama è ancora intatta.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: