Estetica.it

Capelli rovinati dal freddo, i consigli dell’hairstylist

Capelli rovinati dal freddo, i consigli dell’hairstylist

Vento, pioggia e umidità, ma anche inquinamento. Le condizioni atmosferiche invernali possono danneggiare i capelli e rovinarli. Gli hair tips di Andrea Traina per prendersi cura della chioma nella stagione fredda.


SOS capelli rovinati dal freddo? Spesso le clienti pensano che solo l’estate abbia bisogno di una routine speciale per proteggere i capelli dal sole, dalle temperature elevate e dalla salsedine. In realtà, come ben sappiamo, la protezione è importante in estate quanto in inverno.

“Con le temperature basse i capelli si rovinano quasi di più” ci ha spiegato il parrucchiere torinese Andrea Traina. “Il freddo, sia esso secco o umido, disidrata i capelli”.

Quali i consigli per chi ha i capelli sottili?

Le clienti con i capelli sottili si lamentano di averli molto elettrici in inverno: con le temperature basse e secche, i capelli molto secchi tendono, infatti, a cercare l’acqua, diventando elettrici. La soluzione è una beauty routine che comprenda oli protettivi e idratanti, appositi per capelli sottili. Da applicare sulle lunghezze e sulle punte durante la settimana.

Quali i suggerimenti per chi ha i capelli crespi?

Il freddo umido rende crespi i capelli mossi. L’umidità, infatti, apre le squame del capello, che si danneggia. Si formano così le doppie punte. Nei periodi più umidi è consigliato utilizzare prodotti ad azione anti-crespo, che chiudono le squame e reidratano il capello. Via libera quindi a oli e maschere idratanti.

Un altro grande nemico del capello è lo smog…

Le squame aperte consentono allo sporco di entrare. Il capello diventa così opaco e non setoso.

Un rimedio professionale ai capelli rovinati dal freddo?

In salone facciamo la “ricostruzione del capello”, che ha una durata di un mese e mezzo circa. Prima della ricostruzione, procediamo con la pulizia del capello e del cuoio capelluto: con un peeling rimuoviamo i tappi di sebo o di cheratina presenti sul cuoio capelluto e con lo shampoo eliminiamo le impurità dallo stelo. Per il mantenimento a casa, consigliamo la maschera al caviale, che ha delle proteine simili agli aminoacidi del capello.

Le maschere sono consigliate anche a chi ha i capelli sottili?

Sì. Spesso le persone con i capelli sottili pensano che le maschere appesantiscano il capello, invece lo idratano e lo rendono morbido. L’importante è scegliere la maschera specifica per quella tipologia di capello.

Spesso si tende a utilizzare l’acqua molto calda per la doccia in inverno: l’alta temperatura dell’acqua può danneggiare il capello?

Bisognerebbe utilizzare sempre l’acqua tiepida, perché l’acqua calda tende ad aprire le squame del capello.

Altri piccoli accorgimenti che consigli alle tue clienti per proteggere i capelli a casa?

Oltre all’elevata temperatura, anche lo sfregamento danneggia la chioma: non bisogna sfregare i capelli né con l’asciugamano (bisogna invece tamponarli), né per applicare lo shampoo. Durante la detersione è importante massaggiare la cute e lasciare che la schiuma che si forma si posi sulle lunghezze, lavandole. Un secondo consiglio è quello di utilizzare due shampoo diversi: il primo lavaggio va fatto con uno shampoo specifico per la cute, l’altro con uno studiato per le lunghezze.

Per prevenire i capelli rovinati dal freddo è importante anche coprirsi il capo con un cappello: non solo evita che il cuoio capelluto si indebolisca, ma evita anche che assorba l’inquinamento.

Tags: hair care hairstyle

Pubblicato il 12.03.2018

Scelti per te

30 acconciature da sposa boho chic di Ulyana Aster

Dagli hairstyle agli accessori per capelli, dagli abiti da sposa ai gioielli, Ulyana Aster ha creato intorno a sé un impero che abbraccia a 360° il mondo della sposa. Ecco cosa ci ha raccontato durante un’intervista.

Capelli colorati: i segreti per mantenerli belli prima e dopo spiaggia

Sole e capelli, si sa, non vanno d'accordo. Se poi sono colorati, il risultato dopo l'estate potrebbe essere disastroso. Ecco i consigli dell'esperto.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: