Colour: tecnica SunBun | estetica.it
Estetica.it

Colour: tecnica SunBun

Colour: tecnica SunBun

Dall’effetto vissuto, questa tecnica di colorazione multicolore dà il suo meglio utilizzando tonalità contrastanti. Ecco cosa ci ha raccontato la sua creatrice, Harriet Muldoon.


La tecnica di colorazione SunBun è stata creata per l’attuale collezione estate 2016 da Harriet Muldoon, head colourist e technical educator dei celebri Blue Tit Salons & Academy di Londra.

Il primo salone Blue Tit aprì nel 2011 a Dalston, East London, e diventò rapidamente uno dei principali saloni di hairdressing della città: in seguito furono inaugurate altre 5 negozi e un'accademia, che consente a ciascun membro dello staff di sottoporsi a un training completo, offrendo agli studenti provenienti da background diversi la possibilità di ottenere la qualifica necessaria per lavorare all'interno di un salone professionale, acquisendo maggior sicurezza.

Rivolto ad entrambi i sessi, il Blue Tit vanta un team qualificato di pluri premiati stylist e coloristi, ognuno dei quali contribuisce con la propria professionalità e le proprie competenze a rendere il lavoro creativo, entusiasmante e adattabile alle esigenze di ogni singolo cliente.

SunBun. Ecco cos'è
La head colourist Harriet Muldoon ha concepito la tecnica di colorazione SunBun per rispondere alla crescente domanda di colorazioni multicolore, consentendo la creazione di un'ampia gamma di tonalità naturali utilizzando un incredibile effetto tie-dye marmorizzato.

“Con SunBun ho voluto creare una tecnica che fosse creativa ma che potesse anche ispirare gli altri coloristi a mettersi alla prova, esplorando nuovi orizzonti creativi e di innovazione del colore” spiega Harriet.

“Amo l'effetto vissuto, così utilizzare più di un colore con un effetto tie-dye mi è sembrata la soluzione perfetta. Gli anni Novanta sono il mio decennio preferito, per cui ho deciso di servirmi degli chignon e di giocare con una mia personale suddivisione delle ciocche, fino a creare la tecnica perfetta. I colori arcobaleno, da sirena e in stile ‘my little pony’ hanno un grande successo, e SunBun ne rappresenta la perfetta combinazione, creando un look vario e creativo con molteplici colori”.

Il colore è realizzato dividendo le ciocche di capelli in segmenti e creando piccoli chignon su tutto il capo, che vengono poi cotonati delicatamente. Se si desidera un colore più estremo bisogna creare più chignon: infatti, se per ottenere un colore più tenue se ne possono utilizzare sei, per un effetto multicolore bisogna crearne molti di più, in modo da ottenere maggiore varietà ed eterogeneità.

Concepita per donare un effetto tie-dye, la tecnica SunBun dà il suo meglio con colori contrastanti, per esempio con un viola accostato a un giallo o un blu abbinato a un rosso. Il risultato è tridimensionale, ed è molto d'effetto vedere variazioni di tonalità e sfumature una accanto all'altra, in modo che possano davvero risaltare.

È possibile creare anche un look più soft: se è ciò che desidera la cliente, si può provare a utilizzare un tono di rosa per ottenere un effetto più naturale. Ciò che è davvero sensazionale è che sebbene questa tecnica ponga l'accento su colori estremi, lascia comunque visibili i toni di biondo o di grigio sottostanti in quanto non vengono colorati tutti i capelli. Questo fa sì che si mantenga la base naturale, aggiungendo più o meno colore a seconda dei gusti.

È una tecnica molto versatile e facile da adattare a un'ampia gamma di texture e tipi di capello, anche se ci sono alcuni punti da tenere in considerazione: “La tecnica SunBun funziona solo su un capello precedentemente schiarito o decolorato o come tinta high-lift”, spiega Harriet “è molto importante: dipende tutto dal riuscire a vedere i diversi toni che si stanno creando - sia che si tratti di toni accesi sia di toni pastello - quindi non è una tecnica consigliabile per basi molto scure”.

Harriet spiega inoltre alcuni dettagli tecnici da tenere a mente durante l'applicazione: “Per questa tecnica, al Blue Tit iniziamo utilizzando il servizio di colorazione Flamboyage di Davines, impiegando delle strisce per mèche trasparenti che ci permettono di vedere il punto in cui vogliamo applicare il colore: è proprio un lavoro d'artista. Una volta creati gli chignon, si aggiungono le diverse tonalità di colore massaggiandole nel capello, per ottenere infine un meraviglioso effetto marmorizzato”.

Tags: tecnica colore harriet muldoon capelli colorati

Pubblicato il 27.08.2016

Scelti per te

Corsi di formazione per parrucchieri: come orientarsi

Michela Ferracuti, nel suo ultimo libro “Il marketing non serve a un c**o”, approfondisce l’argomento. Ecco la sua teoria.

Capelli al sole: 7 consigli per proteggerli

Non manca molto all’estate e non c’è solo la prova costume cui pensare. Importante è anche preparare i capelli alla prolungata esposizione a sole, salsedine e ad altri agenti atmosferici. Jo Capelli ci svela i consigli per proteggerli.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: