Come il cibo può migliorare la salute dei capelli | estetica.it
Estetica.it

Come il cibo può migliorare la salute dei capelli

I co-direttori alla Northern Hair Loss Clinic, Jessica Patrick e Hayley Jennings, ci svelano perché si è esattamente ciò che si mangia, anche in tema di capelli.  


I capelli sono i primi indicatori immediatamente visibili dell’età anagrafica. Di conseguenza, ha senso che una dieta salubre che contenga il giusto apporto di proteine, vitamine, minerali e altri nutrienti possa realmente migliorare la salute di capelli e cuoio capelluto, oltre a enfatizzare l’aspetto, la percezione e la velocità di crescita della chioma delle vostre clienti. Ha anche un senso, quindi, che una carenza di alcune sostanze nutritive e una dieta sbilanciata possano portare a una cattiva salute dello scalpo, a una crescita rallentata, a punte fragili e danneggiate che tendono ad assottigliarsi, e persino alla perdita dei capelli. 

Ovviamente ci sono molti altri fattori che possono influire sulla crescita dei capelli e che possono determinarne la caduta – da motivazioni mediche a fattori emotivi – ma è importante riconoscere il ruolo che può rivestire la dieta, ed è questo uno degli argomenti più dibattuti da Jessica Patrick e Hayley Jennings con i propri clienti alla Northern Hair Loss Clinic.

Dieta vegana. Sì o no?

Alcuni fattori delle filosofie di vita vegane sono diventati più popolari negli ultimi anni, e se da una parte ci sono dei comprovati benefici nell’adottare una dieta a base vegetale e nell’abbandonare alcuni prodotti di origine animale dalla propria alimentazione, dall’altra tagliare totalmente i maggiori gruppi alimentari può avere un impatto negativo sulla salute dei capelli in generale. Ad esempio, i vegani a volte falliscono nel mantenere un buon equilibrio di alcuni minerali, come lo zinco. Lo zinco è fondamentale per la crescita dei capelli e una sua carenza può portare alla caduta dei capelli.

La vitamina B12 è contenuta naturalmente solo nei prodotti di origine animale, quindi una sua integrazione nel regime dietetico è altrettanto imprescindibile. Alcune persone si rendono conto che la loro assunzione di proteine diminuisce nel passare a una dieta a base di soli prodotti vegetali, e ciò si traduce nella perdita di capelli: introdurre la giusta quantità di proteine è coadiuvante nella crescita del capello perché i follicoli sono principalmente composti di proteine solide. Gli zuccheri, soprattutto se raffinati, da soli non possono esserne considerati come degni sostituti.

Dieta e perdita di capelli

Il legame diretto tra dieta e perdita di capelli si può manifestare in vari modi. Una dieta priva di un adeguato apporto proteico, ad esempio, può portare a una sideropenia (carenza di ferro) e quindi alla perdita dei capelli. Sebbene sia raro, si riscontra che una carenza di zinco e ferro in alcune donne possa causare un generalizzato assottigliamento dei capelli su tutto lo scalpo. In più, la malnutrizione causata da regimi dietetici estremi può lentamente portare ad alopecia e infine a calvizie. Il Telogen effluvium – un fenomeno di intensa caduta di capelli trattata alla Northern Hair Loss Clinic – che interessa il 30% dei capelli che passano rapidamente dalla fase di crescita (anagen) alla fase catagen ed infine alla fase telogen (fase di ricambio caduta): questo processo può essere innescato da una serie di eventi, quali un cambiamento radicale del regime dietetico, una carenza di ferro, etc.

Grassi & fritti

In caso di perdita di capelli, ci sono degli alimenti che andrebbero evitati perché impattano negativamente sulla crescita del follicolo pilifero. Il consumo, ad esempio, di grassi, fritti e oli idrogenati dovrebbe essere eliminato dalla dieta. Gli studi hanno rilevato un legame tra grassi saturi e monoinsaturi ad aumentati livelli di testosterone nel sangue che potrebbero potenzialmente portare ad elevati livelli di diidrotestosterone (DHT) – un metabolita biologicamente attivo che può causare calvizie – mentre gli oli idrogenati sono ritenuti responsabili di un rallentamento della crescita dei capelli perché sottraggono acidi grassi essenziali utili al mantenimento della salute dei capelli.

Dai dolcificanti alla Vitamina C

I dolcificanti senza zucchero dovrebbero altresì anche evitati: l’aspartame, ad esempio, è stato direttamente associato alla perdita di capelli e al loro assottigliamento. Altri studi hanno evidenziato il legame tra carenza di vitamina D3 e ridotti livelli di ferro e conseguente caduta dei capelli.  La Vitamina C aiuta l’organismo ad assimilare il ferro dagli alimenti,quindi si tratta di un altro alleato per una salutare crescita dei capelli a livello follicolare; mentre, al contrario, lo zucchero bianco e i cereali raffinati ne rallentano l’assorbimento. La scienza ha inoltre evidenziato che la vitamina A promuove la produzione di sebo, che permette di mantenere in salute i capelli, coadiuva l’accelerazione del tasso di crescita, favorisce la proliferazione di capelli di diametro maggiore, oltre a prevenire la regressione degli altri follicoli.

Per favorire la crescita naturale dei capelli, un cuoio capelluto sano e scongiurare la perdita di capelli o il loro assottigliamento, dovrebbe sempre essere preferita una dieta bilanciata, completa di prodotti freschi altamente nutrienti. Il team della Northern Hair Loss Clinic sempre suggerisce ai clienti che soffrono di crescita irregolare del capello di consultare un tricologo e di individuare le cause che stanno alla base del loro problema.

Tags: capelli sani northern hair loss clinic

Pubblicato il 12.11.2018

Scelti per te

Acconciature capodanno 2019: protagonisti i raccolti

Nastri e bacche, ma anche colori metallici: 4 video tutorial della celebre hair artist di Chicago @annette_updo_artist da cui prendere ispirazione.

Acconciature per le feste: le richieste più strane

Natale e Capodanno sono quelle occasioni in cui la tentazione di sfoggiare un look diverso dal solito si fa prepotente. A volte però capita che gli stilisti debbano confrontarsi con richieste dei clienti davvero singolari. Una vera prova di professionalità.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: