Consigli per l’inverno: capelli belli e sani nonostante il freddo, la pioggia e il cappello. | estetica.it
Estetica.it

Consigli per l’inverno: capelli belli e sani nonostante il freddo, la pioggia e il cappello.

Winter hair

La stagione invernale mette a dura prova sia i capelli sia il cuoio capelluto. E i parrucchieri non possono stare ad aspettare che anche i capelli più sani perdano rapidamente il loro equilibrio. 


I continui cambiamenti di temperatura, il riscaldamento a casa e/o negli ambienti lavorativi e l’utilizzo del cappello non solo rendono effimero il piacere di una piega, ma i capelli risultano elettrici, piatti alla radice… Ci sono però alcuni consigli pratici ed efficaci che permetteranno alle vostre clienti di mantenere una chioma bella e sana anche durante l’inverno più rigido.
Tutto comincia dalla scelta dello shampoo: è meglio preferirne uno che abbia ingredienti idratanti e rigeneranti, scelta peraltro vincente anche nelle altre stagioni. Altrettanto importante è anche la regolazione della temperatura dell’acqua, che non dovrà mai essere troppo calda affinché i capelli non si ungano alla radice troppo velocemente e le punte si secchino.

Cuoio capelluto sano e capelli sani: questo è particolarmente vero nel periodo invernale. Quando la cute è stressata può reagire formando la temuta forfora. Per sbarazzarsene non basta utilizzare solo uno shampoo specifico, ma è opportuno applicare anche dei sieri appositamente formulati, utili a contrastare questo tipo di problema. Per la cura e il massaggio del cuoio capelluto vale la pena investire in una buona spazzola, che dovrebbe avere delle specifiche manopole arrotondate oppure essere prodotta con setole naturali al fine di stimolare la circolazione sanguigna e garantire una delicata esfoliazione meccanica.  

Un conditioner specifico dopo ogni lavaggio è un must per tutti i tipi di capelli, mentre per quelli più danneggiati sarebbe preferibile programmare anche un trattamento urto una volta a settimana per ripristinare l’equilibrio del fusto.
Durante la fase di asciugatura e di styling non impostare il phon o la piastra a temperatura troppo elevata (cosa utile non solo d’inverno) e utilizzare sempre un termoprotettore. Potrebbe volerci un po’ più di tempo per fare la piega, ma i capelli ne gioveranno tantissimo. Molti asciugacapelli di nuova  generazione, inoltre, hanno già una funzione ionizzante, che permette di eliminare la carica statica che si accumula sulla chioma, sul cappello, sulla sciarpa, etc.

I capelli ricci soffrono particolarmente quando il tempo è umido e piovoso. Sono ribelli, crespi e ingestibili e necessariamente bisogna pensare a una strategia anti-frizz a base di olii nutrienti e prodotti mirati dall’effetto anti-crespo.  

Volume XXL: in condizioni meteo avverse il volume a lungo termine è un mero miraggio e i capelli tendono a sporcarsi più in fretta, quindi shampoo secco e/o volumizzante in polvere sono la soluzione perfetta. Seguire attentamente le istruzioni di utilizzo riportate sulla confezione ed eliminare ogni residuo, specialmente dai capelli scuri, utilizzando il getto d’aria fredda dell'asciugacapelli.

Infine, è importante ricordare che anche la scelta della biancheria da letto sembra rivestire un ruolo importante per avere capelli belli d’inverno (e non soltanto). Pare, ad esempio, che la scelta di un cuscino in seta o in raso aiuti a proteggere la struttura del capello. I tessuti morbidi e delicati riducono lo sfregamento ed eliminano l’effetto crespo, facendo apparire i capelli al risveglio sani e luminosi, ancora domati. Un escamotage perfetto, soprattutto per chi ha capelli mossi e ricci o per chi desidera mantenere la piega intatta. Ed esistono anche cuscini speciali, che promettono un dolce sonno anche a pelle e capelli… Non resta che provare! 

Tags: consigli parrucchieri cappelli benessere capelli

Pubblicato il 03.12.2018

Scelti per te

Gianluca Caruso è Newcomer of the Year @ BHA2018

Dopo Bologna, anche Londra premia Gianluca Caruso, educator Toni&Guy, conferendogli il titolo di Newcomer of the Year 2018. 

Insulto omofobo a un parrucchiere. Ora gli deve 1500 euro

Un’apprendista parrucchiera di Ivrea condannata per una frase omofoba lanciata su Facebook nei confronti dell’ex datore di lavoro.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: