Cura capelli ricci: ecco le 5 regole | estetica.it
Estetica.it

Cura capelli ricci: ecco le 5 regole

Cura capelli ricci: ecco le 5 regole

Come avere capelli ricci sempre perfetti? Ecco qualche piccolo grande segreto da svelare a chi desidera uno stile curly hair impeccabile anche a casa. 


1) Quando si parla di cura capelli ricci, ma più in generale di qualsiasi tipologia tricologica, non si può non cominciare dal detergente ideale. E più che mai in questo caso… per avere capelli ricci perfetti il primo step è la scelta dello shampoo e la determinazione della frequenza di lavaggio. Le chiome mosse, dalle più stoppose a quelle più morbide, richiedono meno lavaggi delle varianti lisce. Per loro natura hanno una produzione di sebo minore, per cui la migliore cura capelli ricci dovrebbe basarsi su due (al massimo tre) lavaggi per settimana. Per ottenere capelli ricci perfetti è bene utilizzare uno shampoo nutriente (e un balsamo) studiato apposta per fusti danneggiati. Al supermercato si possono trovare detergenti specifici per capelli ricci, ma uno shampoo professionale è sempre la scelta giusta.

2) Per avere capelli ricci perfetti una tecnica da consigliare è quella del cowash, che consiste nell’applicare il balsamo sui capelli ancora asciutti, prima dello shampoo. Regola fondamentale per qualsiasi cura capelli ricci, questa pratica è nota solo da alcuni anni e ha dato esiti sorprendenti.  Da evitare i conditioner che contengono siliconi, molto aggressivi e dannosi nel lungo periodo. Una valida alternativa ai tradizionali balsami è il gel a base di aloe vera, da usare con la stessa modalità. 

 3) Un altro segreto è il “plopping”! Che cos’è? Niente di più semplice: evitare il classico asciugamano quando si asciugano i capelli: le tradizionali spugne, anche le più morbide, potrebbero risultare troppo invasive, intralciando la possibilità di avere capelli ricci perfetti. Al suo posto è meglio utlizzare una t-shirt in cotone, una regola semplicissima ma efficace per la cura capelli ricci. Evitando le spugne la chioma non sarà più crespa e poi… bisogna tamponare senza strofinare. 

4) Non esistono capelli ricci perfetti senza una maschera da applicare, almeno una volta a settimana. Anche in questo caso… attenzione ai prodotti da bancone: non sempre sono adeguati per la cura capelli ricci. La maschera per capelli evita l’effetto “stoppa”, prendendosi cura a fondo dei fusti danneggiati o rovinati, ripristinando la giusta idratazione, problema numero uno delle chiome “curly”. 

5) L’ultima regola racchiude in sé una serie di accorgimenti per avere capelli ricci perfetti:

  • Asciugare i capelli usando il diffusore, tenendo il beccuccio a una distanza di almeno 20 centimetri. Assicurarsi che la temperatura non sia mai al massimo. Tiepida, mai calda. Asciugare i capelli a testa in giù e partire dalle punte. Proseguire con le lunghezze. In prossimità delle radici, solo aria fresca. 
  • Prima del phon, usare sempre un siero per la protezione dal calore.
  • Per districare la chioma, la regola principale per la cura capelli ricci è… usare le dita. Al più si possono utilizzare pettini in legno, antistatici, con denti larghi.
  • Far passare qualche settimana tra una colorazione e l’altra.

Tags: capelli ricci hair styling

Pubblicato il 29.11.2017

Scelti per te

Perché i parrucchieri sono chiusi il lunedì?

Si dice che la chiusura dei parrucchieri il lunedì sia a causa di un omicidio avvenuto nel 1742. Verità o leggenda metropolitana?

Marketing per parrucchieri: i consigli di Sebastiano Zanolli

Come è in continua evoluzione il mercato, così lo sono anche le strategie da adottare per mantenere il business in attivo. Il settore coiffure non fa eccezione, per questo Estetica ha chiesto a un esperto i consigli più attuali di marketing per parrucchieri.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: