Dermatite seborroica cuoio capelluto: i consigli dell’esperto | estetica.it
Estetica.it

Dermatite seborroica cuoio capelluto: i consigli dell’esperto

Dermatite seborroica cuoio capelluto: i consigli dell’esperto

Un disturbo che affligge molti, a prescindere da età e genere. Per questo è utile sapere come affrontarla. Estetica ha chiesto a un esperto i consigli per gestirla al meglio.


di Daniela Giambrone

Prurito, pizzicore, fastidio, disagio. La dermatite seborroica è una patologia cronica della pelle che interessa zone di viso e corpo ricche di ghiandole sebacee come cuoio capelluto, arco sopraccigliare, lati del naso e parti più nascoste come giunture delle ginocchia, inguine e ascelle. È un disturbo difficile da gestire e molto fastidioso, per questo Estetica ha chiesto al Professor Antonino Di Pietro, direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis, i migliori consigli per imparare a convivere con i sintomi della dermatite seborroica cuoio capelluto.

“Tra le cause principali di questa infiammazione cutanea” - spiega il Professore - “ci sono fattori interni come una predisposizione genetica, stress e cambiamenti ormonali o fenomeni esterni come smog e agenti irritanti. In altri casi, la sovrapproduzione di sebo può incentivare una reazione anomala da parte del sistema immunitario a un fungo naturalmente presente sulla cute”.

Chi ne può soffrire e come riconoscerla?

La dermatite seborroica può colpire indistintamente adulti e bambini. Nella fasi iniziali è caratterizzata da aloni untuosi e arrossamenti. Negli stadi più severi è accompagnata da desquamazione, croste bianco giallognole, prurito e pizzicore. Quando i sintomi sono evidenti, nel paziente può nascere un disagio non solo estetico, ma anche psicologico.

Quali sono le tipologie di prodotto che suggerisce per prendersi cura dei capelli se si soffre di questo disturbo?

Risultati positivi nella cura della dermatite seborroica cuoio capelluto si sono ottenuti con shampoo a base di Alukina. Questo composto di innovazione dermatologica italiana unisce il potere di tre attivi: allume di rocca, acido glicirretico e vitamina A (Retinil Palmitato). Questi ingredienti agiscono con un’azione lenitiva, seboregolatrice e astringente utile per attenuare i sintomi della dermatite seborroica e aiutarne la prevenzione. 

Quali sono invece i gesti da prevedere nella hair-routine quotidiana per alleviarlo o non peggiorarlo?

Evitare trattamenti chimici come tinte o decolorazioni. Cercare di non grattarsi e osservare una corretta igiene quotidiana. Bere molta acqua e arricchire l'alimentazione con frutta, verdura e cibi leggeri, limitando i piatti troppo elaborati e ricchi di zuccheri e grassi. I sintomi della dermatite seborroica cuoio capelluto sono di carattere recidivo, quindi alternano fasi di guarigione a momenti di ricaduta, per questo il rispetto di buone abitudini quotidiane è fondamentale. Quando i sintomi della dermatite seborroica sono rientrati, si possono scegliere prodotti per capelli delicati e testati per la cute sensibile come formulazioni con Glixina.

Secondo lei quanto gli agenti atmosferici inquinanti possono influire su questo disturbo?

L'ambiente esterno sempre più inquinato gioca un ruolo fondamentale nella sensibilizzazione e nello sviluppo di infiammazioni croniche della cute come la dermatite seborroica del cuoio capelluo. Non è un caso che negli ultimi anni siano in netto aumento i casi di questo disturbo.

Come può prepararsi un parrucchiere per accogliere al meglio un cliente che soffre di dermatite seborroica?

Un bravo professionista sconsiglierebbe trattamenti aggressivi e chimici in caso di dermatite seborroica cuoio capelluto. Non tutti i saloni hanno prodotti indicati per questo tipo di patologie cutanee, perciò è opportuno informarsi prima di richiedere un appuntamento ed eventualmente portarsi da casa uno shampoo adatto, là dove la struttura lo consente. Durante il lavaggio sarà necessario prestare un'attenzione in più al massaggio della cute, evitando di strofinare troppo energicamente il cuoio capelluto.

Tags: intervista antonino di pietro dermatite cuoio capelluto

Pubblicato il 14.02.2020

Scelti per te

Come prendersi cura dei capelli in modo naturale

L’artigiana del capello Dina Azzolini ci ha spiegato tutti i passaggi necessari per rendere i propri capelli sani e splendenti. In modo consapevole e rispettoso della natura.

I volumi XXL delle acconciature anni 60

Il beehive è il protagonista della modacapelli degli anni Sessanta. Sì anche a code di cavallo dai volumi maxi.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: