Fabien Provost in Italia con Corani&Partners | estetica.it
Estetica.it

Fabien Provost in Italia con Corani&Partners

Fabien Provost in Italia con Corani&Partners

Allo spazio Experience Pommery di Milano, Fabien Provost racconta la storia del brand fondato dal padre, Franck Provost, e la sua partnership in Italia con Roberto e Serena Corani.


In un clima di grande raffinatezza ed eleganza, nella mattinata di ieri, lunedì 8 ottobre sì è tenuto l’incontro per presentare ufficialmente alla stampa italiana la figura di Fabien Provost, lo stilista parigino figlio di Franck Provost, fondatore dell’omonimo brand diffuso nel nostro Paese da Corani&Partners con 30 saloni entro la fine del 2018 e l’obiettivo di raggiungere 70 nei prossimi quattro anni.

Ad aprire la chiacchierata coi giornalisti, un rapido excursus storico del brand, fondato nel 1995 da Franck Provost - tutt’oggi molto attivo nella creazione delle collezioni, affiancato quotidianamente dal figlio Fabien. Nel 2008 la crescita esponenziale, con la  nascita del gruppo Provalliance, numero 1 della coiffure sul mercato europeo, con ben 16 marchi (l’ultimo: Luis Llongueras, in Spagna), 3940 negozi diretti e in affiliazione e 25.000 addetti ai lavori.

Un impero, che si unisce però a una solida base familiare e a una grande modestia e semplicità di fondo .“Ho una doppia fortuna – ha spiegato Fabien ai giornalisti – fare un mestiere che adoro e lavorare accanto a mio padre al servizio della bellezza: le donne che escono sorridendo dai nostri saloni sono il risultato più bello”.

Spazio poi alla presentazione della collezione Autunno/inverno, Paris Confidentiel. “Manteniamo sempre lo stesso gusto e spirito del brand. I nostri valori continuano ad essere quelli di lusso abbordabile, iper personalizzazione ed eleganza parigina – racconta Fabien -  le proposte che presentiamo sono sempre portabili. La cliente deve potersi riconoscere immediatamente nelle immagini e avere look moderni, che la invogliano a cambiare, ma nel contempo facili da gestire. Oggi non ha più senso parlare di tendenze di taglio o colore: dobbiamo garantire la massima libertà possibile alle nostre clienti, sempre all’insegna del très chic e di una certa semplicità quotidiana”.

Grande soddisfazione anche da parte di Roberto Corani, che conferma progetti di sviluppo anche per il 2019: “Vogliamo ancora crescere sul mercato nazionale perché riteniamo ci sia ancora spazio per le affiliazioni vere, che non siamo cioè mere operazioni commerciali. Oggi per fare il parrucchiere a un certo livello non è più sufficiente essere un manager: occorre trasformarsi in un imprenditore multitasking. Per questo noi forniamo un pacchetto completo che riguarda immagine, know how, gestione salone, assistenza fiscale e formazione/ricerca collaboratori per arrivare ad avere un salone di qualità. Questo lavoro ha sempre più necessità di affiliazioni serie, in grado di prendere in mano un salone e trasformarlo in una realtà a livello di una marca internazionale come Franck Provost o Jean Louis David”.

Collection credits:
Artistic Direction: Fabien Provost
Photo: Adel Awad
Make-up: Charlotte Willer

Tags: fabien provost franck provost

Pubblicato il 09.10.2018

Fabien Provost a Milano

Scelti per te

Open Hair Congress III: un evento in compagnia di amici

Dal 29 novembre al 2 dicembre a Berlino il motto è stato: Hands first (prima di tutto le mani)! Un concept veramente rivoluzionario.

L’innovazione secondo Lele Canavero

Al centro della due giorni, che si è tenuta a Milano il 2 e 3 dicembre e che ha coinvolto oltre 750 hairstylist, le spinte innovative indispensabili per dare vita al cambiamento nel settore dell’hair & beauty.