Estetica.it

Il parrucchiere che taglia a occhi bendati

Quando si dice “aver le mani d'oro!” Remigio Morelli, barber di Olginate, ha conquistato il web con i suoi tagli a occhi bendati. A guidarlo? Un'esperienza di oltre 40 anni e una indiscussa manualità.


“Basta agganciare la ciocca giusta e il gioco è fatto”. Esordisce così Remigio Morelli, barbiere dal 1981 e titolare del salone “L'Estro” a Olginate (LC) diventato noto per i suoi tagli ad occhi chiusi. Ma chi è Remigio? “Ho iniziato a lavorare giovanissimo nella bottega del barbiere sotto casa, a 24 anni avevo già un negozio tutto mio e tanta passione per un mestiere che è arte – racconta il parrucchiere -  Il successo è arrivato oggi grazie a questa mia performance a occhi chiusi e grazia anche al potere del web ma io sono sempre stato apprezzato dai miei clienti”.

Un successo partito da LeccoToday, rimbalzato oltre i confini nazionali – pubblicato dalla community inglese Newsflare e sul portale francese MinuteBuzz, in due settimane il suo video ha superato le 390 mila visualizzazioni – e approdato in Tv, a “Quelli che... Dopo il TG” dove l'inviato del programma Alessandro Mannucci si è sottoposto al taglio bendato.

“Qualcuno ha scritto che ho ideato il 'taglio bendato' per sbaragliare la concorrenza cinese – continua Remigio – Ma il vero messaggio che ho voluto lanciare con questa mia iniziativa è quello di coltivare il talento: solo attraverso la professionalità, la passione e l'attitudine si raggiunge il vero successo in salone, vincendo così su ogni tipo di concorrenza. L'arte va coltivata e va condivisa”.

Dal 2014 a oggi, i tagli realizzati a occhi bendati  sono circa 300 ma ai giovani che vorrebbero emulare il suo esempio, Remigio avverte: “Non è un gioco, per arrivare a questa performance ho attuato negli anni un lavoro di decostruzione delle regole accademiche affinando con la pratica quotidiana le mie capacità.  Ci vuole esperienza, attenzione, responsabilità e un grande atto di fiducia da parte dei miei clienti”.

Alla domanda sugli obiettivi futuri, l'hairstylist ha risposto: “Non so... Mi hanno proposto la partecipazione ad un talent show ma per adesso mi limito ad andare in salone ogni mattina, tutto quel che verrà dopo è un regalo!”.

Tags: parrucchiere bendato remigio morelli

Pubblicato il 16.05.2018

parrucchiere-bendato

Scelti per te

Furti in salone

Non solo soldi, ma prodotti, attrezzature, macchinari. Furti su commissione per rifornire un mercato illegale? Secondo la Cna, sì!

“Basta che paghi”? C’è molto di più: Super Clienti e Clientela Sociale

Finito il tempo dei clienti “basta che paghino”, oggi è il tempo della clientela in target. Una marcia in più con la “clientela sociale”. I consigli di Lelio ‘lele’ Canavero, partner di crescita dei parrucchieri.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: