Estetica.it

Modest Fashion protagonista alla Torino Fashion Week

Modest Fashion protagonista alla Torino Fashion Week

La rassegna si è conclusa con tre giorni di sfilate dedicate alla moda islamica, che per la prima volta ha stretto un accordo con una Fashion Week italiana.


Dare spazio agli stilisti emergenti testimonial di una nuova cultura dell’imprenditoria, dell’innovazione e della creatività che punta sulla globalizzazione, ma non sull’omologazione: questo l'obiettivo – pienamente raggiunto – della seconda edizione della Torino Fashion Week che si è conclusa ieri.

Protagoniste degli ultimi tre giorni della kermesse - organizzata dall’associazione TMODA con il patrocinio della Città di Torino – le sfilate di Modest Fashion, ovvero la moda islamica con il prestigioso Islamic Fashion and Design Council, che con uffici in dieci Paesi del mondo è leader del Consiglio moda e del Modest design.

Alia Khan, fondatrice ed attualmente presidente dell'IFDC, ha testimoniato con la sua partecipazione l'importanza dello spazio riservato dalla rassegna a quello che lei ha definito “non semplicemente un modo di vestire, ma un modo di essere che può, anzi deve dialogare con altre diverse concezioni della moda.”

A questa importante realtà del fashion system contemporaneo sono stati dedicati presso il Circolo del Design anche una mostra e un incontro dal titolo “Dall'Islam all'Italia, la moda etica” in cui si è fatto il punto sui tanti aspetti che concorrono a tutelare la salute del consumatore offrendo inoltre nuove opportunità di mercato.

 

Un post condiviso da Estetica Magazine (@esteticamagazine) in data:

Grande la soddisfazione per i risultati ottenuti da parte di Luigi Silvestro, del team Giovio&Silvestro, che ha curato l'hairlook delle modelle. “Le nostre ragazze sono belle, brave ma soprattutto ci mettono passione. Inoltre, nel backstage abbiamo Redken, un brand che crede molto in questi eventi e ci appoggia con prodotti adeguati e un team altamente qualificato.”

Non soltanto un artista della coiffure, Silvestro è anche tra i fondatori dell'evento: “Sì, insieme a Claudio Azzolini, il vero mentore, e Luciano Zagarrigo. Quattro anni fa abbiamo avuto l'idea di portare a Torino le Fashion Week e ha funzionato...”.

La novità di questa edizione? “Ha tolto un velo, questo torpore che c'era... abbiamo dimostrato che tre 'non addetti ai lavori' sono riusciti laddove gli addetti ai lavori non sono riusciti. Questo è un nostro grande merito e motivo di orgoglio”. Importante la novità della moda islamica: “Innanzitutto, tra tutti i Paesi d' Europa hanno scelto noi, l'Italia. E in Italia, hanno scelto Torino”. Ha spiegato Luigi Silvestro. “Restringendo il campo ai capelli, per noi si tratta di un nuovo approccio. Ci sono miliardi di modi di mettere i veli, miliardi di tipi di stoffa da usare, per cui abbiamo fatto degli studi, ci siamo dovuti documentare... Mettere il velo è un po' come imparare a fare il nodo alla cravatta, loro lo mettono in pochissimi minuti, noi abbiamo dovuto imparare, ma è stato davvero molto interessante, uno scambio di cultura, uno stimolo a fare cose nuove. Anche gli abiti, a mio parere, sono molto più femminili con il velo di quello che lo sarebbero stati senza”.

Molto positivo, quindi il bilancio finale della manifestazione. “In qualità di direttore artistico, ma anche come team moda, dico che il livello è decuplicato rispetto all'anno scorso. Quest'anno abbiamo avuto stilisti dal Canada, dal Marocco, dal Brasile, dall'Argentina. Senza parlare del mondo islamico, che ha riempito gli alberghi... Insomma, la Torino Fashion Week ha portato davvero una boccata di aria fresca in città. Dopo le Olimpiadi, sono queste le cose che fanno vedere Torino... Abbiamo fatto uscire più di 180 articoli su riviste italiane e internazionali ancora prima di iniziare. Senza parlare dei social. E il prossimo anno sarà ancora diverso. Non posso anticipare nulla ma posso dire che sarà sempre più internazionale”.

Tags: torino fashion week moda islamica

Pubblicato il 04.07.2017

Modest Fashion protagonista alla Torino Fashion Week

Scelti per te

TFW: Moda Internazionale a Torino

Dopo il successo dello scorso anno, torna dal 27 giugno al 3 luglio la Torino Fashion Week.

Torino Fashion Week, la moda che verrà

Ottimo debutto per la Torino Fashion Week, che ha visto protagonisti della prima serata sulla passerella dei Magazzini Devalle ai Murazzi del Po lo special guest Walter Dang e l'Istituto Europeo di Design

Wella Collection Show Color Consultation 2018

Torino per la prima volta diventa la capitale della moda capelli firmata Wella nell’esclusiva location del Pala Alpitour. L’appuntamento è per domenica 18 e lunedì 19 febbraio 2018.

Cosmoprof Asia: +9% rispetto alla scorsa edizione

Il format "One Fair, Two Venues" ha dimostrato di avere ragione! Il lancio di "Cosmopack Asia",  al fianco di Cosmoprof Asia all’ Hong Kong Convention and Exhibition Center ha portato a risultati da record.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: