Estetica.it

Mostra Pirelli

Peter Lindbergh, Nicole Kidman, 2017, Los Angeles, Stati Uniti

La storia di Pirelli raccolta in 100 immagini. A Settimo Torinese bellezza, produzione, innovazione in mostra fino a maggio.


Il mito e la storia. Raccontati dal marchio italiano che ha saputo fare dell'eccellenza
e della ricerca della bellezza - in tutte le sue forme e declinazioni - la sua cifra di riferimento assoluta. L’occasione ora è di quelle ghiotte, da non perdere. Gli spazi contemporanei della Biblioteca Archimede di Settimo Torinese ospitano la mostra “Pirelli in cento immagini. La bellezza, l'innovazione, la produzione”. Fino al 1° maggio sarà possibile immergersi nelle foto e nelle illustrazioni che ripercorrono gli oltre 140 anni di Pirelli: dalla fabbrica alla tecnologia, dal mitico Calendario al mondo delle corse, dal rapporto con l'arte alle forme più innovative di comunicazione.

La chiave di lettura dell'evento espositivo è riassunta in sei sezioni. L’incipit è dedicato alla storia aziendale con le immagini delle sue fabbriche e dei suoi prodotti per passare il testimone alle opere di pittori e fotografi che hanno raccontato proprio quel mondo. Fino ad arrivare all’universo delle corse e all’intenso rapporto tra Pirelli e il mondo dell’arte con le prime campagne pubblicitarie d’artista.

A rapire l’occhio è l'ultima sezione, l’Elogio della bellezza, che ripropone le pubblicità che hanno fatto la storia del brand e del costume italiano insieme al Calendario Pirelli (dal 1964 al 2017): un viaggio quest'ultimo di rara bellezza tra icone femminili immortalate dai più grandi nomi della fotografia internazionale. Da Herb Ritts a Richard Avedon, da Peter Beard a Steve McCurry, da Bruce Weber a Peter Lindbergh, autore di tre Calendari tra cui quello del 2017.

Ma la ricerca e l'esaltazione della bellezza è da sempre nel Dna di Pirelli che ha attirato nei decenni grandi artisti per raccontare i suoi prodotti. Erano gli anni Cinquanta e le ragazze viaggiavano su motociclette Bianchi gommate Pirelli mentre l'insuperata Marilyn Monroe si offriva in costume rosa Lastex. E il cinema italiano non era da meno con Marisa Allasio, Sofia Loren, Claudia Cardinale...

L'illustratrice svizzera Lora Lamm disegnava ragazze libere, in sella a uno scooter, mentre il designer Massimo Vignelli le proponeva in bicicletta, a braccia alzate. Sempre con pneumatici rigorosamente Pirelli. Fino a quando nella storia del brand italiano irrompe nel 1966 il fotografo Mulas: sguardo attento su un libro per la ragazza del Cinturato. E la mission continua anche in tempi più vicini a noi. Basta ricordare la Sharon Stone che scende dall'aereo e conquista il volante. È subito “Driving Instinct”.

La mostra celebrativa di Settimo Torinese è la conferma - se ancora ce ne fosse stato bisogno - della passione di Pirelli per la bellezza, per la qualità, per l'unicità. È la vocazione ad essere insieme produzione e grande arte: fotografia, grafica, pubblicità. E tutte le 100 immagini raccontano proprio questa tensione ad uscire dalla fabbrica ed essere testimone e protagonista dell’evoluzione del costume italiano e della bellezza senza tempo e senza confini.

Tags: pirelli immagine mostra

Pubblicato il 21.04.2017

Mostra Pirelli

Scelti per te

Systemman e Sebman protagonisti a Garage Italia

Si è tenuta a Milano la presentazione delle due linee rigorosamente for him. In una location d’eccezione.

Pulp Riot a Milano con The Color Circus Show

L’unica data italiana del tour mondiale del marchio americano di colori per capelli sarà il 18 novembre 2018. Biglietti in omaggio con l’acquisto dell’INTRO KIT Pulp Riot.