Estetica.it

Mostra Pirelli

Peter Lindbergh, Nicole Kidman, 2017, Los Angeles, Stati Uniti

La storia di Pirelli raccolta in 100 immagini. A Settimo Torinese bellezza, produzione, innovazione in mostra fino a maggio.


Il mito e la storia. Raccontati dal marchio italiano che ha saputo fare dell'eccellenza
e della ricerca della bellezza - in tutte le sue forme e declinazioni - la sua cifra di riferimento assoluta. L’occasione ora è di quelle ghiotte, da non perdere. Gli spazi contemporanei della Biblioteca Archimede di Settimo Torinese ospitano la mostra “Pirelli in cento immagini. La bellezza, l'innovazione, la produzione”. Fino al 1° maggio sarà possibile immergersi nelle foto e nelle illustrazioni che ripercorrono gli oltre 140 anni di Pirelli: dalla fabbrica alla tecnologia, dal mitico Calendario al mondo delle corse, dal rapporto con l'arte alle forme più innovative di comunicazione.

La chiave di lettura dell'evento espositivo è riassunta in sei sezioni. L’incipit è dedicato alla storia aziendale con le immagini delle sue fabbriche e dei suoi prodotti per passare il testimone alle opere di pittori e fotografi che hanno raccontato proprio quel mondo. Fino ad arrivare all’universo delle corse e all’intenso rapporto tra Pirelli e il mondo dell’arte con le prime campagne pubblicitarie d’artista.

A rapire l’occhio è l'ultima sezione, l’Elogio della bellezza, che ripropone le pubblicità che hanno fatto la storia del brand e del costume italiano insieme al Calendario Pirelli (dal 1964 al 2017): un viaggio quest'ultimo di rara bellezza tra icone femminili immortalate dai più grandi nomi della fotografia internazionale. Da Herb Ritts a Richard Avedon, da Peter Beard a Steve McCurry, da Bruce Weber a Peter Lindbergh, autore di tre Calendari tra cui quello del 2017.

Ma la ricerca e l'esaltazione della bellezza è da sempre nel Dna di Pirelli che ha attirato nei decenni grandi artisti per raccontare i suoi prodotti. Erano gli anni Cinquanta e le ragazze viaggiavano su motociclette Bianchi gommate Pirelli mentre l'insuperata Marilyn Monroe si offriva in costume rosa Lastex. E il cinema italiano non era da meno con Marisa Allasio, Sofia Loren, Claudia Cardinale...

L'illustratrice svizzera Lora Lamm disegnava ragazze libere, in sella a uno scooter, mentre il designer Massimo Vignelli le proponeva in bicicletta, a braccia alzate. Sempre con pneumatici rigorosamente Pirelli. Fino a quando nella storia del brand italiano irrompe nel 1966 il fotografo Mulas: sguardo attento su un libro per la ragazza del Cinturato. E la mission continua anche in tempi più vicini a noi. Basta ricordare la Sharon Stone che scende dall'aereo e conquista il volante. È subito “Driving Instinct”.

La mostra celebrativa di Settimo Torinese è la conferma - se ancora ce ne fosse stato bisogno - della passione di Pirelli per la bellezza, per la qualità, per l'unicità. È la vocazione ad essere insieme produzione e grande arte: fotografia, grafica, pubblicità. E tutte le 100 immagini raccontano proprio questa tensione ad uscire dalla fabbrica ed essere testimone e protagonista dell’evoluzione del costume italiano e della bellezza senza tempo e senza confini.

Tags: pirelli immagine mostra

Pubblicato il 21.04.2017

Mostra Pirelli

Scelti per te

HairFashion’17 tra ispirazione e formazione

Lo scorso lunedì sera si è concluso il ricchissimo programma di HairFasion ̓17,  il più importante appuntamento di settore in Svizzera che coi suoi show, workshop e conferenze ha portato una ventata di ispirazioni e novità agli oltre 3.700 visistatori.

La magia dell’Intercoiffure World Congress di Osaka e Kyoto

Un’élite internazionale composta da più di 1.000 professionisti del settore si è riunita nelle magiche città di Osaka e Kyoto in occasione della 22° edizione dell’Intercoiffure World Congress.