Estetica.it

Parrucchiere abusivo a Catania

Parrucchiere abusivo a Catania

Non solo l’assenza di un’autorizzazione, ma anche allaccio illegale alla rete elettrica e personale in nero.


Questa è la curiosa storia di una parrucchiera di Picanello, quartiere del centro di Catania. L’attività, priva di autorizzazione, era pubblicizzata abusivamente con dei cartelli sulla strada. Nel locale è stato rilevato un dipendente in nero.

Ai 2.000 euro di multa per mancanza di autorizzazione amministrativa comunale (SCIA) per aver esposto i cartelloni pubblicitari, si affiancano 15.000 euro di danno stimato relativo al furto di energia elettrica, a causa dell’allacciamento illegale alla rete.

Tags: catania illegale parrucchiere

Pubblicato il 02.08.2017

Scelti per te

Love2braid, una vita dedicata alle trecce

Shooting, acconciature da sposa e corsi di formazione, ma anche il servizio di Pop Up Braid Bar: il marchio fondato da Ramona Krieger ha come protagoniste le trecce. Ecco cosa ci ha raccontato…

Venezia. Addio barbieri e parrucchieri.

Una città che cambia, nonostante il turismo e la sua popolarità. E così le attività spariscono dopo decenni.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: