Estetica.it

I prodotti contraffatti e il web

Prodotti-contrafatti

Più di un quarto degli intervistati per la ricerca MarkMonitor ha affermato di aver acquistato involontariamente prodotti non autentici online, tra cui anche cosmetici e prodotti per la cura della pelle.


Secondo una ricerca di MarkMonitor, azienda americana specializzata nella protezione del brand online, volta a esaminare le abitudini di acquisto di beni di consumo, il 27% degli intervistati è stato ingannato durante l’acquisto online e il 34% degli stessi ritiene i brand responsabili della protezione dei consumatori contro il fenomeno della contraffazione. Tra i prodotti contraffatti anche cosmetici (32%), prodotti per la cura della pelle (25%), integratori (22%) e medicinali (16%).

I prodotti non originali sono stati trovati attraverso diversi canali, tra cui marketplace (39%), motori di ricerca (34%), app su dispositivi mobile (22%) e sponsorizzazioni sui social media (20%).

Secondo gli intervistati i canali più affidabili per l’acquisto dei prodotti online sono i siti ufficiali dei brand (89%), seguiti da marketplace online (74%), farmacie online (67%) e app sui dispositivi mobile (67%).

La minaccia rappresentata dai contraffattori è sempre attuale e colpisce sia i brand che i consumatori. Per i brand significa una perdita di fatturato, reputazione e fiducia dei clienti. Tuttavia, quando si parla di prodotti di consumo non originali come cosmetici, prodotti per la pelle, creme solari e medicinali, le conseguenze sugli acquirenti sono molto più gravi, poiché incidono sulla loro salute e il loro benessere. Di conseguenza, spetta ai brand assicurarsi di avere in atto una solida politica di protezione del brand online per affrontare la minaccia della contraffazione e tenere al sicuro i propri clienti

ha affermato Anil Gupta, Chief Marketing Officer di MarkMonitor.

I partecipanti all’indagine sono stati intervistati online in 10 paesi, tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Svezia. Il sondaggio è stato condotto e completato tra il 4 e il 10 Maggio 2017.

Tags: contraffazione consumo acquisti online

Pubblicato il 26.07.2017

Scelti per te

Capelli mossi: un tesoro da curare in 10 step

Tutto sta nell'approccio. I capelli mossi non sono una sfortuna, au contraire. In questi ultimi anni hanno dimostrato una versatilità che li ha resi protagonisti. Un motivo in più per prendersene cura, bastano 10 mosse.

Joshua Coombes, il parrucchiere inglese che regala nuovi look ai clochard

Il 30enne gira per il mondo regalando un sorriso a chi vive ai margini della società. Con la campagna #dosomethingfornothing invita tutti a fare altrettanto.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: