Estetica.it

I prodotti contraffatti e il web

Prodotti-contrafatti

Più di un quarto degli intervistati per la ricerca MarkMonitor ha affermato di aver acquistato involontariamente prodotti non autentici online, tra cui anche cosmetici e prodotti per la cura della pelle.


Secondo una ricerca di MarkMonitor, azienda americana specializzata nella protezione del brand online, volta a esaminare le abitudini di acquisto di beni di consumo, il 27% degli intervistati è stato ingannato durante l’acquisto online e il 34% degli stessi ritiene i brand responsabili della protezione dei consumatori contro il fenomeno della contraffazione. Tra i prodotti contraffatti anche cosmetici (32%), prodotti per la cura della pelle (25%), integratori (22%) e medicinali (16%).

I prodotti non originali sono stati trovati attraverso diversi canali, tra cui marketplace (39%), motori di ricerca (34%), app su dispositivi mobile (22%) e sponsorizzazioni sui social media (20%).

Secondo gli intervistati i canali più affidabili per l’acquisto dei prodotti online sono i siti ufficiali dei brand (89%), seguiti da marketplace online (74%), farmacie online (67%) e app sui dispositivi mobile (67%).

La minaccia rappresentata dai contraffattori è sempre attuale e colpisce sia i brand che i consumatori. Per i brand significa una perdita di fatturato, reputazione e fiducia dei clienti. Tuttavia, quando si parla di prodotti di consumo non originali come cosmetici, prodotti per la pelle, creme solari e medicinali, le conseguenze sugli acquirenti sono molto più gravi, poiché incidono sulla loro salute e il loro benessere. Di conseguenza, spetta ai brand assicurarsi di avere in atto una solida politica di protezione del brand online per affrontare la minaccia della contraffazione e tenere al sicuro i propri clienti

ha affermato Anil Gupta, Chief Marketing Officer di MarkMonitor.

I partecipanti all’indagine sono stati intervistati online in 10 paesi, tra cui Regno Unito, Stati Uniti, Cina, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Spagna e Svezia. Il sondaggio è stato condotto e completato tra il 4 e il 10 Maggio 2017.

Tags: contraffazione consumo acquisti online

Pubblicato il 26.07.2017

Scelti per te

“Basta che paghi”? C’è molto di più: Super Clienti e Clientela Sociale

Finito il tempo dei clienti “basta che paghino”, oggi è il tempo della clientela in target. Per ogni parrucchiere c’è una clientela ideale: primo passo definirla, secondo passo farla arrivare in salone utilizzando una strategia di marketing efficace. Una marcia in più con la “clientela sociale”. I consigli di Lelio ‘lele’ Canavero, partner di crescita dei parrucchieri.

Capelli in estate: 10 consigli per proteggerli da sole, mare e cloro

L'estate è il periodo in cui i capelli sono sottoposti a ripetuti stress e i danni alla fibra sono dietro l'angolo. Dieci consigli per aiutarci a proteggerli.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: