Estetica.it

Radiosveglia in salone: parrucchiera multata

Parrucchiera Multa SIAE vecchia radio

È accaduto nel centro storico di Potenza. L'oggetto era un ricordo di famiglia.


La news, riportata sulla Gazzetta del Mezzogiorno, spiega di come due accertatori della Siae abbiamo multato una giovane parrucchiera di Potenza per una vecchia radiosveglia nel salone. "Era un regalo di mia nonna" ha commentato la ragazza. "Stava poggiata sulla madia tutta impolverata ma suonava. Mi teneva compagnia. Essere multati anche per un oggetto che sta su un mobile, per me, rimane un’esagerazione". 

150 gli euro di multa per la parrucchiera

"Sono passata dall’incredulità all’isterismo. Io non riuscivo a capire l’attinenza tra quella radiolina e questi uomini che con fare sbrigativo mi addebitavano quell’importo stampato sul verbale a caratteri cubitali".

La multa è stata regolarmente saldata, ma un po' a malincuore:

Io impiego diversi giorni per guadagnare quei soldi tra tasse, mensilità di locazione, costi di fornitura e consumi. I miei ricavi sono davvero ridotti all’osso. Poi, arrivano questi e mi vogliono tassare per una radiosveglia che suona a rotta di collo e non dà fastidio a nessuno. Non mi sembra una cosa tanto normale!

La normativa in materia si può approfondire direttamente sul sito della SIAE.

Tags: multa siae

Pubblicato il 06.09.2017

Scelti per te

Melanoma. La mia parrucchiera mi ha salvato la vita

È la storia di Eileen Korey che, grazie alla sua hairstylist, ha individuato per tempo un tumore alla pelle che solo tre settimane prima non c’era.

Permanente: la storia

Nel 2016 la permanente ha compiuto 110 anni. Un lungo cammino dalle alterne fortune, legato all’evolversi dei tempi e della moda. Ma anche al cambiamento della donna nella società.

Love2braid, una vita dedicata alle trecce

Shooting, acconciature da sposa e corsi di formazione, ma anche il servizio di Pop Up Braid Bar: il marchio fondato da Ramona Krieger ha come protagoniste le trecce. Ecco cosa ci ha raccontato…

Venezia. Addio barbieri e parrucchieri.

Una città che cambia, nonostante il turismo e la sua popolarità. E così le attività spariscono dopo decenni.