Solari capelli: la parola agli acconciatori | estetica.it
Estetica.it

Solari capelli: la parola agli acconciatori

Solari capelli: la parola agli acconciatori

Tre acconciatori italiani raccontano il rapporto cliente-prodotti solari e spiegano perchè c'è scarsa attenzione sui danni provocati ai capelli dall'esposizione ai sole.


Intervista a Roberta Biondi, Paul Mitchell Focus Salon a Roma.

Secondo recenti studi, malgrado si conoscano i danni del sole, solo il 50% degli italiani utilizza prodotti specifici per proteggere la pelle del viso e del corpo. In base alla sua esperienza, avviene altrettanto per i capelli? Semplificando: su 10 delle sue clienti, quante acquistano prodotti solari per i capelli?
Purtroppo la situazione è la stessa, si tende a sottovalutare i danni che il sole e la salsedine arrecano ai capelli, spesso ricorrendo a sistemi “fai da te” e non a prodotti specifici, in alcuni casi addirittura dedicando ai capelli meno cura di quanto avviene nel resto dell’anno. I risultati si vedono poi al rientro dalle vacanze. Direi non più di 3 su 10.

La tendenza dominante è quella di acquistare tutta la linea Paul Mitchell Sun o solo alcune referenze? Se così fosse, quali quelle che riscuotono maggiore successo?
La specificità e la completezza della nostra linea Paul Mitchell Sun fa sì che la tendenza sia quella di acquistarla ed utilizzarla in maniera completa anche perché parliamo di sole 3 referenze. Una cosa da non sottovalutare è, accanto alla qualità del prodotto, anche l’aspetto promozionale. Infatti, acquistando i 3 prodotti, si ricevono ben 3 regali solari e tutto questa assicura un ottimo sell-out del prodotto dal salone.

 

 

Intervista a Simona Agostini, partner Faipa e titolare del salone Simo Parrucchiere a Roma

In base alla sua esperienza, gli italiani proteggono poco i capelli dal sole? Su 10 delle sue clienti, quante acquistano prodotti solari per i capelli?
Circa 4 o 5. E credo che questo dipenda anche dalla minore pubblicizzazione attraverso i grandi canali di informazione rispetto ai solari per la pelle. Quando mai, ad esempio, sentiamo dire in TV che il sole ossida il colore naturale o cosmetico, che la salsedine secca e impoverisce la fibra, che senza l’adeguata protezione durante l’estate sarà poi difficile rimediare ai danni subiti?

Le clienti acquistamo tutta la linea Faipa City Life Sun Defend o solo alcune referenze?
Questo è l’aspetto positivo: chi compra compra e usa tutta la linea.

Al momento dell'acquisto dei prodotti, vengono richieste particolari spiegazioni sul loro utilizzo?
Prima di vendere i prodotti ne parliamo, aiutati anche dalla comunicazione pubblicitaria presente in salone. Spieghiamo a cosa servono e come usare i prodotti. Mentre eseguo i servizi, invece della linea City Life classica propongo quella estiva. Alcune clienti vivono ormai il suo utilizzo come un rito e la acquistano anche se rimangono in città. In ogni caso, alla fine dell’estate, riscontriamo proprio una grande differenza fra chi ha utilizzato i prodotti giusti e chi no. Mi basta guardare una cliente per capirlo, anche se l’acquisto non è stato fatto nel nostro salone. Persino la reazione alla prima colorazione cambia: il capello che non è stato protetto è più poroso quindi il risultato colore è molto meno soddisfacente.

Quale la fascia di età più predisposta all’uso dei solari?
Bisogna premettere che chi cura i capelli nelle altre stagioni lo fa anche d’estate, rappresentando per noi un buon business. In quanto all’età, la fascia è molto ampia: dai trenta ai sessant’anni, direi.

 

 

Intervista a Alessandro Marchetti, tecnico Kemon e titolare salone Le Officine Parrucchieri a Savona.

Su 10 delle sue clienti, quante acquistano prodotti solari per i capelli?
La percentuale di donne che presta attenzione agli effetti dell’esposizione dei capelli al sole è bassa, diciamo sul 30%. Attualmente circa tre mie clienti su dieci sono attente al problema e alle possibili conseguenze in caso di sottovalutazione: i capelli se esposti al sole senza protezione diventano più porosi, quindi ispidi. Esteticamente c’è meno tenuta del colore, minore brillantezza, e conseguente difficoltà nel pettinare capelli più secchi e aridi.

Acquistano solo alcune referenze oppure tutta la linea solare?
Il trend di chi acquista tutta la linea è sicuramente in crescita, anche grazie al lavoro quotidiano che facciamo nella formazione ed educazione. Mentre i danni solari sulla pelle sono immediatamente visibili con arrossamenti e scottature, le conseguenze negative sui capelli non sono invece subito percepibili.

I prodotti solari Kemon sono sempre più indirizzati a prendersi cura di capelli e corpo insieme o addirittura, con il nuovo lancio di quest'anno Actyva Linfa Solare After Sun Body Balm, solo del corpo. Le sue clienti dimostrano di apprezzare questa tipologia di prodotti?
Assolutamente sì. La comodità di poter usare un prodotto altamente performante per capelli e pelle insieme è molto apprezzata. Linfa Solare Protection Milk e Oil hanno un fattore di protezione non molto alto, rispettivamente 6 e 10, sono quindi perfetti quando c’è già una minima base di abbronzatura stabile. E anche chi usa l’After Sun Body Balm balsamo corpo doposole è altrettanto soddisfatto.

Tags: prodotti solari paul mitchell kemon

Pubblicato il 18.09.2015

Scelti per te

Le 24 novità colore per capelli sempre al top

L'investimento delle aziende per rendere il servizio colore sempre più creativo, bello, sicuro e professionale è consistente. Qui le novità per il servizio top in salone.

Instagram per parrucchieri: i 9 consigli per usarlo al meglio

È il social media di riferimento. Instagram per i parrucchieri rappresenta una vetrina importante sotto tanti punti di vista, da quello ispirazionale a quello business. Ecco i suggerimenti di Estetica per usarlo al meglio.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: