Estetica.it

Toni Pellegrino per Capucci e Mario Dice

Toni Pellegrino per Capucci e Mario Dice

Dagli hairlook anni’80 alla raffinatezza degli chignon bassi: oltre 50 modelle hanno cavalcato la passerella della Milano Fashion Week.


“Sono state due giornate incredibili. Non ci si abitua mai all’emozione di lavorare per passerelle tanto importanti” con queste parole l’hairstylist Toni Pellegrino commenta la partecipazione al backstage della Milano Fashion Week, dove ha collaborato alla realizzazione delle acconciature per le sfilate di Capucci e Mario Dice FW 17-18.

Guidato da Salvo Binetti, l’ArTeam di Toni Pellegrino, ha realizzato volumi e “divertissment” anni ’80 per le modelle che hanno indossato gli abiti di Capucci. Acconciature "homemade", realizzate con pon pon, bigodini, bunchems e coloratissimi portachiavi su chignon alti, hanno completato la collezione dedicata agli anni ottanta dal tratto “Sartorial Pop Art”. In passerella non solo colori accesi e in contrasto, ma anche multi, come nei pois macro e mini di fil coupé, ed effetti tridimensionali nei tessuti.

La leggerezza delle organze e dei petali in macramè, l’unicità dei ricami e la preziosità di perle e gemme: la collezione FW 17-18 di Mario Dice ha portato in passerella la leggenda della nascita della Rosa.

E per quanto riguarda l’hairstyle? Forme grafiche e linee pulite si sono affiancate a dettagli romantici negli chignon bassi realizzati dall’ArTeam di Toni Pellegrino.

Credits
Hair: Toni Pellegrino
Photo: Marco Conte

Tags: toni pellegrino hairlook milano fashion week autunno inverno 2017-2018

Pubblicato il 16.03.2017

Toni Pellegrino per Capucci e Mario Dice

Scelti per te

Must Have: i 5 accessori per capelli più cool

Non solo forcine, mollette e cerchietti: i nuovi accessori per capelli sono piccoli gioielli da indossare per esprimere la tua creatività nell’hairstyle

Class nei backstage di Pitti Immagine Uomo 92

L’Oréal Professionnel ha scelto Class per curare gli hairlook delle sfilate di Federico Curradi, Hunting World, J.W. Anderson, Yoshio Kubo e Off-White.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: