Trend design: uno sguardo ai materiali | estetica.it
Estetica.it

Trend design: uno sguardo ai materiali

Matteo Tampone

Sono fondamentali per creare un'atmosfera, ma se non sono valorizzati in modo adeguato diventano invisibili. Stiamo parlando dei materiali e del loro potere espressivo all'interno di un salone. Matteo Tampone ci offre qualche suggerimento.


di Daniela Giambrone

Fra gli elementi con cui si può giocare per costruire il concept di un salone ci sono i materiali: la loro scelta determina non solo le prestazioni degli arredi tecnici, ma anche l'immagine che si vuole comunicare. Legno, cemento, resina, acciaio, vetro: gli effetti sono diversissimi, la costante è l'abilità nel metterli in giusto risalto.

Estetica ne parla con Matteo Tampone, designer presso il Mat-studio. Matteo è particolarmente affascinato dall'uso dei materiali: “Il mio approccio sia nella progettazione sia nell'arte è sempre il medesimo, quello della ricerca. In campo artistico è una ricerca autonoma, mi confronto con la materia mettendo in luce la sua origine creando pezzi unici. Con lo stesso spirito mi confronto da designer con le aziende interessate a uno sviluppo innovativo nei settori product design, brand identity, interior design e retails”.

A tuo avviso, in questo momento quali sono i materiali più innovativi o più interessanti nel campo del design industriale?

Ci sono moltissimi materiali innovativi adatti a svariati settori industriali. Secondo me è difficile fare una classifica su quelli più innovativi, piuttosto è l’approccio alla ricerca che oggi è interessante, ponendo il nostro pianeta al centro dell’attenzione: innovazione sul materiale significa riciclo, trasformazione, riutilizzo della materia, eco sostenibilità, biodegradabile.
È affascinante sapere che per esempio il giubbotto che indossiamo è stato realizzato da bottiglie di plastica, o che alcuni tessuti vengono realizzati dagli scarti industriali di spremute delle arance o da foglie di ananas. La materia è in continua trasformazione ed è quello che esprimo in modo metaforico anche in campo artistico lavorando con il processo delle ossidazioni.

Che consigli ti senti di dare a chi vuole rinnovare o aprire un salone puntando in particolare sui materiali più attuali e di tendenza: quali può utilizzare e per quali destinazioni d'uso? come può valorizzarli?

La tendenza attuale è quella di offrire un’esperienza sensoriale, coinvolgere il cliente e metterlo al centro. In quest'ottica è importante la distribuzione degli spazi, che può essere costruita anche solo otticamente aiutandosi proprio con i materiali e le rispettive finiture.
Non mi sento però di dare un'indicazione di materiali predefiniti, personalmente preferisco sceglierli come ingredienti funzionali a quello che voglio rappresentare nell’ambiente. Certo è che debbano essere valorizzati in modo adeguato. La scelta delle luci è fondamentale, così come porre altrettanta attenzione all’acustica dello spazio per offrire un'esperienza gradevole.

Nella nostra gallery due proposte di arredo firmate da Matteo Tampone – uno specchio e una consolle – ben rappresentano il suo concept materico, mentre i saloni a seguire sono esempi internazionali di come i materiali, la loro disposizione e la loro destinazione d'uso possano influenzare in modo importante l'atmosfera generale in salone.

Tags: matteo tampone arredamento parrucchieri design salone

Pubblicato il 12.12.2018

Matteo Tampone

Scelti per te

Soluzioni arredo: 7 idee per il salone con dehor

Non tutti i negozi da parrucchiere ne hanno la possibilità, ma quando c’è lo spazio per allestirlo, un dehor rappresenta sicuramente un plus.

Ispirazione design: i negozi da parrucchiere in Giappone

Un Paese affascinante per i suoi contrasti, che riesce a conciliare tradizione e innovazione tecnologica in uno stile originale. Un’impronta che si riconosce anche nelle scelte design dei saloni di acconciatura.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: