Venezia. Addio barbieri e parrucchieri. | estetica.it
Estetica.it

Venezia. Addio barbieri e parrucchieri.

Istock-816709338

Una città che cambia, nonostante il turismo e la sua popolarità. E così le attività spariscono dopo decenni.


Chiude un altro salone ai Bari di Venezia. È quello della parrucchiera Nadia Bisson, la cui bottega era stata aperta nel 1960 dalla mamma Mary Serantoni.

Sono sempre di più le attività che aprono ai turisti, sempre meno i servizi per i residenti. Le cause sono molteplici, dalla crisi agli affitti altissimi, passando per la concorrenza “sleale” (pensiamo ai cinesi o al parrucchiere a domicilio), fino alla mancanza di un cambio generazionale o della clientela stessa.

Negli ultimi quarant’anni, a Venezia, i saloni da parrucchiere per signora sono diminuiti da 186 a 112. Un altro mestiere che via via si sta estinguendo nella Serenissima è il barbiere: negli anni ‘70 se ne contavano oltre 30, oggi sono rimasti in 7.

Tags: venezia barbiere parucchiere

Pubblicato il 10.08.2017

Scelti per te

Tutelare il diritto del lavoro in salone d’acconciatura

Il rapporto di lavoro fra titolare e collaboratore di un negozio da parrucchiere deve rispettare per legge determinate condizioni. Qualche consiglio utile per evitare di incorrere in irregolarità o spiacevoli sorprese.

Tutte le donne sono regine di bellezza

Con le sue trasformazioni di look, Konstantin Bogomolov mette in luce la bellezza che c’è in ogni donna.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: