Viso sfigurato dopo una colorazione per capelli | estetica.it
Estetica.it

Viso sfigurato dopo una colorazione per capelli

Viso sfigurato dopo una tinta per capelli

A 19 anni rischia di morire dopo essersi tinta i capelli. La giovane donna lancia un allarme a tutti coloro che usano questi prodotti.


È quasi morta perché si è tinta i capelli, con una colorazione di un marchio famoso acquistata al supermercato. Il suo viso si è gonfiato enormemente a causa di un’allergia al PPD. È questa la storia che Estelle, diciannovenne di Vitry, ha raccontato a leparisien.fr.

Una tinta per capelli a casa, da bionda a ebano. Poco dopo la testa inizia a prudere e poi a gonfiare. Di corsa in farmacia, antistaminici e creme per il prurito. Ma la testa continua a gonfiare: “Avevo un volto a forma di lampadina” ha raccontato la giovane donna. Via di corsa al pronto soccorso dove le diagnosticano un’allergia al PPD, abbreviazione di parafenilediammnina, che consente di mantenere le colorazioni scure sui capelli.

"Ci hanno detto che erano abituati" dice Estelle a leparisien.fr. La circonferenza della testa è passata da 56 a 63 cm! Dopo un'infusione con corticosteroidi e antistaminici, la giovane donna torna a casa, ma l'edema continua a salire verso le tempie e la fronte: "Ho avuto l'impressione di essere in un barattolo. "

Ritorno al pronto soccorso. “Passerà” le dicono. Ma in macchina Estelle soffoca, la lingua si gonfia, il cuore accelera e respira male. I medici le iniettano una puntura adrenalinica e rimane in ospedale tutta la notte. Fuori pericolo dal giorno dopo.

Estelle, che precedentemente aveva già avuto una piccola reazione allergica a un colore, aveva, questa volta, fatto un test sulla sua pelle prima di applicare il prodotto, ma ha aspettato solo 30 minuti contro le 48 ore raccomandate dalle istruzioni.

La giovane ragazza lancia un allarme contro il PPD, un prodotto altamente allergenico che si trova nel 90% dei coloranti disponibili in commercio: "Ho fatto un errore e voglio dire agli altri di non fare come me! Sono quasi morta, non voglio che succeda ad altri” dice a le parisien.fr. "Le avvertenze dovrebbero anche essere più chiare e visibili facilmente” continua sua madre. “Chi può leggerlo?" Esclama, mostrando la minuscola scritta del pacco. "Le conseguenze possono essere drammatiche.

Tags: allergia tinta a casa colorazione capelli

Pubblicato il 04.12.2018

Scelti per te

Gianluca Caruso è Newcomer of the Year @ BHA2018

Dopo Bologna, anche Londra premia Gianluca Caruso, educator Toni&Guy, conferendogli il titolo di Newcomer of the Year 2018. 

Insulto omofobo a un parrucchiere. Ora gli deve 1500 euro

Un’apprendista parrucchiera di Ivrea condannata per una frase omofoba lanciata su Facebook nei confronti dell’ex datore di lavoro.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: