I capelli nell'Antica Grecia: boccoli biondi superstar | estetica.it
Estetica.it

I capelli nell’Antica Grecia: boccoli biondi superstar

Acconciature Leggendarie. Gli Dei dell’Olimpo

La barba e i capelli degli uomini dell’Antica Grecia si ispiravano ai loro grandi eroi: Achille, Menelao e Paride… ed erano descritti da Omero come uomini belli con abbondanti e lunghi riccioli.


Tuttavia, per comprendere lo sviluppo delle acconciature elleniche è necessario dare uno sguardo al precedente hairstyle degli Assiri, che si stabilirono sulle rive dei fiumi Tigri e Eufrate. Divinità e guerrieri erano rappresentati con capelli abbondanti e barbe folte, che coprivano il volto e il torace.

L'amore per i ricci

I capelli dell'Antica Grecia partirono da qui, ma i riccioli divennero man mano sempre più ordinati. Proprio per questo, impararono a utilizzare un ferro per capelli in grado di gestire le lunghezze: per questo motivo molti storici attribuiscono a loro l’invenzione dello styling “riccio”. Queste acconciature così complesse erano necessarie per distinguersi dai barbari del Nord, che portavano capelli corti e spettinati. Così, i ricci diventarono un’ossessione per i greci. Erano soliti utilizzare pettini in osso, bronzo o avorio, spesso riccamente decorati, e, ovviamente, il ferro per arricciare.

Il Patrono

Le Dee dell’Olimpo portavano meravigliosi capelli lunghi, come Afrodite. Artemide, dea della caccia e guerriera, era pettinata dalla ninfa Psecas, che diventò il Patrono dei parrucchieri greci, i quali, per questo motivo, venivano chiamati psecades.

I trattamenti

Essenze aromatiche a base di spezie, fiori e oli, erano utilizzate su corpo e capelli. Si credeva anche che le fragranze e gli aromi erano stati inviati al mondo dagli dei dell’Olimpo. Era usanza far bollire fiori ed erbe, come mirra, incenso, foglie di vite e estratti di rosa, e utilizzarli per la preparazione dell’olio d’oliva. Per ammorbidire i capelli, e renderli più facilmente pettinabili, usavano lozioni, balsami e c’era d’api.

Passione per il biondo

Nonostante l’abbondanza di uomini e donne con i capelli scuri, il biondo era più apprezzato, così come lo sarà per i Romani. Per questo motivo usavano schiarirsi la tonalità dei capelli, utilizzando una varietà di soda, sapone di olio e soluzioni alcaline provenienti dai Fenici. Per il colore, utilizzavano una miscela di polline, farina gialla e polvere d’oro.

La barba

Gli uomini portarono barbe lunghe fino ai tempi di Alessandro (330 a.C.), che costrinse i suoi soldati a tagliarle per evitare lesioni durante i combattimenti. Eh sì, perché il nemico avrebbe potuto tirare la barba e trarne vantaggio. La barba lunga tornò in auge nel periodo bizantino con Giustiniano I (V-VI d.C) e lo resterà in epoca romana. I filosofi come Socrate e Paltone, invece, mantennero sempre la barba lunga, ignorando norme e tendenze, che diventò il simbolo della saggezza.

I saloni d'acconciatura

Più tardi, nell’Atene del 5° secolo a.C., nacquero nelle agorà i primi saloni di coiffure, chiamati koureia. Le donne portavano tipiche acconciature simmetriche, con una parte centrale, con ricci raccolti presso la nuca. Il krobylos, un taglio di capelli intrecciati completamente raccolti era molto popolare.

La leggenda

In questo periodo i parrucchieri iniziarono ad acquisire notorietà. Il mito narra che Re Mida fu punito con delle orecchie d’asino per aver umiliato il Dio Apollo. Come descritto in « La metamorfosi di Ovidio », il barbière scoprì il suo segreto tagliandogli i capelli. Il parrucchiere diffuse la notizia ai quattro venti e il Re fu presto ridicolizzato da tutti.

Per maggiori informazioni www.museumraffelpages.com

Tags: acconciature leggendarie capelli ricci capelli antica grecia

Pubblicato il 09.07.2016

Acconciature Leggendarie. Gli Dei dell’Olimpo

Scelti per te

La Magia dei Pettini Antichi

Presente nella vita di tutti i giorni da migliaia di anni, il pettine ha da sempre avuto un ruolo importante nell’evoluzione dell’immagine di uomini e donne.

Parrucche per lui e barba per lei: capelli come gli egizi

Dalle parrucche per mascherare le calvizie a quelle utilizzate per motivi igienici e religiosi: gli egizi prestarono molta attenzione alla bellezza e alla cura dei capelli.

La storia dell’acconciatura dal Medioevo al Rinascimento

Con la caduta dell’Impero Romano, l’Europa è stata governata dai poteri ecclesiastici, che hanno influenzato molto le acconciature dell’epoca. Fino al successivo Rinascimento.

Acconciature leggendarie. Caschi insoliti

Il ventesimo secolo ha visto la comparsa dei primi caschi per asciugare la chioma. Ecco i più bizzarri.

Acconciature leggendarie. Il pettine da colorazione

In questa puntata vi raccontiamo la storia di “Le Merveilleux Peigne Teinturier”, lanciato a Tolosa nel 1890. A dimostrazione che anche una grande idea non sempre riscuote successo.

La storia del Titus. Il primo taglio corto

I capelli corti sono ora di gran moda ormai da tempo, grazie anche a celebs che li sfoggiano sulle passerelle. Ma il primo taglio corto fece scalpore. In Europa alla fine del XVIII secolo: Titus. 

SOS frangia, i 9 consigli dell’hairstylist

La frangia può rendere più attuali i capelli lunghi, trasformare un taglio corto oppure attirare l’attenzione su un punto del viso. I suggerimenti di Cos Sakkas, Direttore Artistico Internazionale Toni&Guy.

CosmoTalk2019: le risorse sostenibili nel settore beauty

Negli ultimi anni la ricerca di fonti di approvvigionamento di natura sostenibile è diventata una priorità per molte aziende del settore.

Lascia un commento



Avvisami quando vengono pubblicati nuovi commenti


Digita le parole che vedi qui sotto: